Il ruolo attivo del Real Statte nel sociale

Giovedì, 23 Agosto 2012

CON SUMMER CLUB E BAMBINI SARAWI PORTATORI DI PACE

LA STORIA DEL CLUB ALL’INTERNO DI UN LIBRO IN FASE DI ULTIMAZIONE

SECONDO MEMORIAL EMILIO D’IPPOLITO IL PRIMO SETTEMBRE

INIZIA LA PREPARAZIONE DELLA SQUADRA ROSSOBLU’

Il periodo estivo per l’Italcave Real Statte volge al termine. Si avvicina, infatti, la data dell’inizio della preparazione della squadra rossoblù vicecampione d’Italia. Ma l’estate del club stattese è stata lunga, faticosa e soprattutto piena di vittorie al di fuori del rettangolo di gioco. Vittorie sicuramente più importanti visti i tanti progetti nel sociale messi in campo. A quelli del Centro Anziani e Centro Diurno dello scorso inverno è seguito il Progetto Summer Club in cui circa cento bambini hanno potuto vivere l’estate in allegria. Attività che grazie alla vicinanza dell’Assessorato ai Servizi Sociali di Statte hanno permesso a quei ragazzi non particolarmente fortunati di vedere la stagione estiva con occhi differenti e con quello spirito di allegria e vivere in comunità che da sempre è uno dei capisaldi delle attività extra del Real Statte.

Sempre in ambito sociale impossibile non ricordare i sette bambini del Saharawi ospiti della comunità stattese da luglio e resteranno nella stessa Statte fino ai primi di settembre. Simona Fernandez, presidente della associazione Salam con sede a Taranto e responsabile italiana donne e minori Sarawi ANSPS racconta tutte quelle attività che hanno visto coinvolto tutto l’Italcave Real Statte ma non solo. “Il progetto ha il nome ‘Bambini Sarawi portatori di pace che ha visto il coinvolgimento dell’Ambasciata italiana ad Algeri, il Comitato minori italiani all’interno del Ministero dell’Interno italiano, l’associazione nazionale solidarietà col popolo Sarawi e naturalmente l’associazione Salam. Il progetto ha come presupposto quello di ospitare quei bambini che vivono nella loro patria in campi profughi, ricevendo, in Italia e in questo caso in Puglia, assistenza sanitaria che è stata completamente gratuita grazie all’aiuto del Servizio Sanitario Nazionale. Ma non solo: il lavoro della Provincia di Taranto, del Comune di Statte, delle varie associazioni, dell’Italcave Real Statte e di Tony Marzella è stato importantissimo. Completando il discorso delle varie attività molto importante è stata la parte culturale del progetto, in quanto abbiamo visitato il museo Marta, il Castello Aragonese e l’Isola di San Pietro a Taranto, il Museo dell’Uomo di Lizzano dove i ragazzi hanno lasciato un oggetto in legno creato proprio nei campi del Sarawi che verrà esposto nello stesso museo lizzanese. Inoltre i viaggi a Castellana Grotte, ai Trulli di Alberobello, Castellaneta, Massafra, Laterza e i tre giorni a mare offerti gratuitamente dal Lido Impero di Chiatona grazie all’aiuto dell’Assessore Antonio Cerbino. E anche per questo un ringraziamento particolare va a Giorgio Simeone dell’Associazione Arcobaleno di Statte che ci ha fornito i mezzi per poter raggiungere le città precedentemente elencate. Infine un concerto internazionale per i bambini del Sarawi che ci sarà il 25 agosto, dalle 20:30 in poi, nella Città Vecchia a Taranto in Piazza Uliveto scelta come piazza del Cuore da parte dell’associazione Salam ossia un luogo di incontro e comunione dei popoli”. Un ruolo di primordine è quello che ha avuto l’Italcave Real Statte e Tony Marzella. “Quello che ho riscontrato – spiega la presidente Fernandez – è la parte umana di tutta la squadra e dello stesso Tony. Lui ha accolto tutti i bambini come suoi figli all’interno della propria famiglia rendendo questo periodo indimenticabile, come detto, umanamente parlando. Importante è l’apporto di diverse giocatrici sia nei giochi con i bambini sia nell’essere ospitati in alcune loro case. Resterà impresso nella mente di tutti i ragazzi le numerose serate passate allo Sporting Club Montetermiti nelle quali non è mai mancata l’occasione di poter disputare diverse partite. E, anche in questo caso, lo sport è stato educativo in quanto ha permesso ai bambini del Sarawi di divertirsi ma al tempo stesso socializzare con i bambini del territorio stattese. Al tempo stesso sono felice per l’accoglienza in quanto questi ambasciatori di pace sono arrivati con poco ma hanno ricevuto tantissimo. Pensare che alcuni di loro sono arrivati senza scarpe e grazie all’Italcave Real Statte e all’intervento fattivo dello stesso Tony, hanno potuto sorridere per aver ricevuto anche un semplice paio di scarpe. Per chi conosce questi ragazzi e ha visto negli occhi la tristezza vederli sorridere non è un valore da poco. Sarà un cordone difficile da tagliare i primi di settembre ma la stessa società stattese e del mister si impegneranno a proseguire questo progetto anche dopo la fine dello stesso”.

Questa esperienza, così come il cammino del Real Statte, troverà spazio all’interno del libro sulla storia del club, in fase di ultimazione come già annunciato dopo la conquista del decimo trofeo nazionale. Una nuova idea editoriale, così come spiega il tecnico e fondatore del Real, Tony Marzella, autore dello stesso libro in collaborazione con la Divisione Calcio a 5, che “permetterà di conoscere meglio la nostra società. Il libro parte dagli albori del club e dal ruolo attivo e fondamentale nella nascita del primo campionato regionale pugliese di calcio a 5 femminile. Il viaggio prosegue con le varie evoluzioni sia sportive, dal campionato regionale a quello nazionale, dal primo campionato regionale vinto sino al trionfo nella coppa Italia di Norcia che ha permesso al Real Statte di diventare il club più titolato d’Italia (27 trofei regionali e 10 nazionali), sia sociali, dalla scuola calcio ai vari progetti che seguiamo in maniera attiva come quelli legati alla realtà in cui viviamo sino alla bellissima esperienza dei ragazzi del Saharawi”.

Inoltre per il secondo anno consecutivo viene organizzato il torneo in memoria di Emilio D’Ippolito, dirigente tragicamente scomparso ma sempre nei cuori di tutti coloro che fanno parte della grande famiglia del Real Statte e, soprattutto, uno di quei soci che ha permesso allo Sporting Club Montetermiti di essere una casa accogliente sia per gli sportivi sia per tutti coloro che frequentano la struttura nel corso dell’anno. “Nei nostri cuori il ricordo di Emilio è vivo ogni giorno ma così come nella scorsa stagione abbiamo voluto dedicare una serata tutta per il nostro grandissimo dirigente in quella che è stata e sarà per sempre la sua casa – spiega mister Marzella -. Rispetto alla prima edizione il torneo femminile vedrà la partecipazione di due società di serie A femminile come l’Ardea e il Woman Napoli, due club che faranno parte del girone centrale della massima serie. Inoltre ci sarà un quadrangolare maschile di squadre locali una delle quali formata dai ragazzi del Borghetti Group. Infine ci saranno i tornei di beach volley e di burraco che sin dalla passata annata hanno riscosso un importante successo”.

Il secondo memorial Emilio D’Ippolito si svolgerà nella serata di sabato 1 settembre mentre, invece, la preparazione inizierà sabato 25 agosto e vedrà come campi di allenamento lo Sporting Club Montetermiti e lo Stadio Comunale, recentemente ristrutturato, di Statte oltre al PalaCurtivecchi di Montemesola.

L’ADDETTO STAMPA DEL REAL STATTE FRANCESCO FRIULI

Questo articolo è stato letto 463 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica