Gara 1 di Finale Scudetto dice Italcave Real Statte

Domenica, 20 Maggio 2012

AL PALABOTTEGHELLE FINISCE 4-2 PER LE ROSSOBLU

LA SERIE SI TRASFERISCE A MONTEMESOLA.

Una finale ricca di emozioni già da gara 1. A Reggio Calabria l'Italcave Real Statte vince il primo round battendo 4-2. Una sfida che vede gioire i 150 rossoblu che adesso possono puntare sull'effetto casalingo da domenica prossima. D'Ippolito, Nicoletti, Marangione e Bianco segnano per le ioniche. La doppietta di Siclari aveva portato avanti le amaranto nel primo tempo.

IL MATCH L'Italcave parte con Margarito, Convertino, D'Ippolito, Bianco e Nicoletti. Le rossoblu devono far a meno di Porta (problemi alla coscia destra) che viene sostituita da Blasi. Nella Pro Reggina lo starting five è composto da Trovato Mazza, Siclari, Violi, Presto e Romeo. Pronti via e la partita si mette subito sui binari del batticuore: ritmo alto con le ioniche che provano subito a colpire con Margarito che impegna subito Trovato Mazza a spazzare con i pugni. Al settimo Dipierro prova a servite in area D'Ippolito che nonostante la palla sporca riesce a gonfiare la rete. Il vantaggio non demoralizza la Reggina che trova il pari due minuti dopo con Siclari che sfrutta un disattenzione difensiva di Convertino e Dipierro. Passa un altro minuto e Siclari riesce a recuperare palla sulla linea dell'area di rigore e trafigge Margarito. Il vantaggio della Reggina scatena la reazione stattese con Nicoletti che crossa al centro per Marangione, sfera respinta in angolo. Al dodicesimo triangolazione Nicoletti, Convertino, Marangione che tira sul palo alla destra di Trovato Mazza ma l'estremo difensore amaranto mette in angolo. Ma è sempre Nicoletti a creare fastidio con le due discese che innescano i tiri dei laterali. Come quando Convertino tira su passaggio della numero 10 ma la palla finisce di poco fuori. Poi lo Statte raggiunge i 5 falli di squadra ma i tiri liberi di Violi, Siclari e ancora Violi finiscono sul palo (il primo) e deviato in angolo da una Margarito sempre presente. Al diciasettesimo occasionissima Italcave con Marangione che si vede respingere il pallone miracolosamente dall'estremo amaranto. La numero 13 non demorde, recupera palla e mette in condizione di tirare Bianco. Il suo fendente diventa addirittura assist per D'Ippolito che non ci arriva per pochissimo.

Nella ripresa lo Statte pressa tanto e chiude gli spazi. Vien fuori una partita ancor più vibrante soprattutto grazie al pari di Nicoletti che da metà campo tira un missile rasoterra che, sfruttando un velo di capitan D'Ippolito. Sui piedi di Nicoletti arriva anche l'assist per D'Ippolito, brava a tirare di prima intenzione ma Trovato Mazza devia in angolo. Al settimo grande azione di Nicoletti a tagliare il campo e mettere sul palo lungo per Marangione, palla in rete e pubblico in visibilio. L'Italcave aumenta il ritmo per provare a chiudere la sfida. Bianco inizia la sua personale sfida con la parte interna della traversa colpita al nono. Passano ventisei secondi e Nicoletti viene stesa a terra da Trovato Mazza in piena area, rigore sacrosanto che Bianco realizza. Sul vantaggio di due reti il Real prova a mettere in ghiaccio il match rischiando il meno possibile nonostante il portiere di movimento. Le occasioni capitano sui piedi di Bianco al diciassettesimo, destro violento ancora sulla traversa interna, e il rigore Dipierro neutralizzato da Trovato Mazza. La gara si conclude con un nuovo tiro libero che Bianco stampa sul palo esterno alla destra della numero 1 reggina. Gara - 1 dice Statte, tra sette giorni al PalaCurtivecchi nel caso in cui la Reggina non compia il colpo gobbo la serie si chiuderebbe col successo rossoblu.

MARZELLA: 'USCITE ALLA DISTANZA, GRANDE REAZIONE ALLO SVANTAGGIO'

È solo il primo tempo di una serie che si trasferisce ora in Puglia. Tony Marzella, tecnico dell'Italcave Real Statte, lo sa. Le sue ragazze hanno compiuto un'impresa perché i presupposti per una gara difficile c'erano eccome. "C'erano dei grossi problemi ad alcune giocatrici che non erano al meglio. Margarito, Nicoletti e Porta erano almeno in dubbio alla vigilia. Abbiamo recuperato due giocatrici che hanno fatto una gran partita così come tutte le mie ragazze, tutte nessuna esclusa. Il mio ringraziamento particolare va al dottor Michele Genga che è riuscito a fare degli autentici miracoli. Un grazie alle ragazze anche se la partita era iniziata non al massimo. Abbiamo concesso tanti spazi ma tra primo e secondo tempo ci siamo ritrovati soprattutto mentalmente giocando una grandissima ripresa e meritando il successo. Adesso bisognerà preparare la gara di ritorno meglio di quella d'andata giocheremo davanti al nostro pubblico che anche nella gara di Reggio Calabria mai ha fatto mancare il suo apporto. Non è finita, la Reggina ha dimostrato di saper ribaltare fuori casa situazioni difficili. Non abbassiamo per nulla la guardia. Abbiamo due match-point tra le mura amiche. Sfruttiamoli ma sempre rimanendo con i piedi per terra".

D'IPPOLITO: 'GRANDE PROVA CORALE NELLA RIPRESA. RESTIAMO CONCENTRATE'

Un urlo tenuto in gola per due lunghi mesi. Ritorno al gol e vittoria che puó significare tanto. Mina D'Ippolito, il capitano, torna a gonfiare la rete nel match più importante. "Sono felice per aver ritrovato il gusto di segnare e correre verso i tifosi. Abbiamo giocato bene nella ripresa, grande ritmo, pressing e tante palle gol. Siamo state concrete nel momento più importante della gara. Adesso non molliamo, restiamo concentrate e lavoriamo intensamente in settimana al fine di poter chiudere i giochi in una delle due gare interne".

BIANCO: 'CONTRATTE ALL'INIZIO POI GRANDE GARA'

La traversa della porta alla destra della postazione stampa al PalaBottheghelle trema ancora. Più tiri si sono stampati sulla traversa ma il gol è arrivato su rigore. "Non è stata una partita facile ma siamo state brave a non mollare mai soprattutto all'inizio quando il loro approccio è stato migliore del nostro. Poi siamo state brave a prendere la gara in mano, segnare e giocare sicuramente una grande ripresa. Adesso ricarichiamo le batterie perché possiamo fare bene in casa. Servirà lo stesso spirito visto al Botteghelle per poter uscire vincitrici nella serie".

TABELLINO

PRO REGGINA-ITALCAVE REAL STATTE 2-4 (primo tempo 2-1)

MARCATRICI: 6’ 18’’ D’Ippolito (IRS), 8’ 23’’ e 9’ 15’’ Siclari (PR); st 49’’ Nicoletti, 6’ 33’’ Marangione, 8’ 43’’ Bianco (rig) (IRS)

PRO REGGINA 97: Trovato Mazza, Arena, Romeo, Cioffi, Siclari, Mezzatesta, Violi, Gatto, Presto, Politi, Amendoli. All. Tramontana

ITALCAVE REAL STATTE: Margarito, Modugno, Blasi; Russo, Dipierro, Convertino, Buonfrate, D'Ippolito, Nicoletti, Bianco, Marangione, Peluso. . All. Marzella

ARBITRI: Fecola (Forlì) , Perottoni (Rovereto). CRONO: Pessolano di Potenza

ANGOLI: 7-16

SPETTATORI: 2000 di cui 150 provenienti da Statte

AMMONITE: Trovato Mazza, Presto, Violi, Arena (PR), D’Ippolito (IRS).

NOTE: nel primo tempi tiri liberi sbagliati da Violi, Siclari, Violi (PR); nella ripresa tiri liberi sbagliati da Bianco (2) e rigore sbagliato da Dipierro (IRS)

L’ADDETTO STAMPA DEL REAL STATTE FRANCESCO FRIULI

Questo articolo è stato letto 467 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica