Tripla Orlando e doppia Stante, la Stone Five passa a Mola

Martedì, 20 Marzo 2012

Le biancazzurre vincono 1-5 in casa del fanalino di coda barese e conquistano la quarta vittoria consecutiva. Di Giampalmo il momentaneo gol dell’1-3. Ora tre settimane di stop, poi big match con il Castellana.

Quarta vittoria consecutiva per la Stone Five Martina. La formazione biancazzurra sbanca Mola con un secco 1-5, risultato maturato al termine di una partita a senso unico, caratterizzata da un numero indefinito di palle gol create dalle martinesi. Decisiva la tripletta di Orlando e la doppietta di Stante. In mezzo il gol del momentaneo 1-3 barese firmato da Giampalmo. Sfida su ritmi alti e gradevolissimi, contraddistinta dalle infinite parate del portiere di casa Fanelli, brava ad evitare un passivo superiore. Vittoria meritata, quindi, per le martinesi che adesso osserveranno ben tre settimane di stop, comprensive di sosta e festività pasquali. Alla ripresa big match con l’Effe.Gi.Castellana.

STANTE ROMPE IL GHIACCIO DOPO 35 SECONDI La gara prende subito la direzione della Valle d’Itria, perché Stante ci mette soli trentacinque secondi a portare in vantaggio le sue compagne con una conclusione ravvicinata che non lascia scampo a Fanelli. Sembra il preludio di una goleada ma il Mola, pur non riuscendo a costruire chiare trame offensive, riesce a difendersi con ordine e con grinta. Ma per poco due errori difensivi martinesi non consentono al Mola di pervenire al pari, ma prima Pepe e poi Ingravallo trovano pronta un’attenta Greco. A questo punto la Stone intuisce che è meglio chiudere al più presto la gara, ma Fanelli non è d’accordo ed imbastisce la sua sfida personale alla formazione martinese. Sesto minuto, Orlando coglie una gran traversa dalla distanza, sulla respinta si avventa Velasevic che di prima batte a rete trovando, però, l’opposizione di Fanelli. Decimo minuto, ci prova Ruggieri da fuori, palla sul palo. Un minuto dopo Velasevic al tiro, Fanelli respinge. Ancora la montenegrina protagonista cinque minuti più tardi ma, ancora una volta, l’estremo difensore di casa respinge efficacemente l’assalto. Al ventesimo tocca a Stante, ma anche la tarantina si vede dir di no dall’insuperabile Fanelli. La stessa Stante, un minuto dopo, coglie il palo sugli sviluppi di un fraseggio con la Orlando. La Stone Five impreca ma finalmente, nel giro di due minuti, vengono premiati gli sforzi delle martinesi. Ci pensa Orlando a mettere al sicuro il risultato, tra il ventiseiesimo e il ventottesimo. La calcettista brindisina prima mette a sedere Fanelli con un dribbling in velocità per poi depositare in rete a porta sguarnita da posizione defilata, poi è brava a sfruttare un pasticcio della difesa di casa realizzando un gol facile facile dall’altezza del dischetto del rigore a porta ancora vuota. Sullo 0-3 si va al riposo, vantaggio a dir poco meritato.

ORLANDO E ANCORA STANTE CHIUDONO LA CONTESA La ripresa inizia sulla stessa falsa riga del primo tempo: Stone Five all’attacco, Mola arroccato in difesa. I pericoli alla porta di Fanelli ricominciano già dopo un minuto con una conclusione centrale di Laneve, niente da fare con la numero di casa che blocca. Trentatreesimo minuto, la Stone Five raddoppia creando due pericoli in un sol colpo: Fanelli dice di no ad Orlando, ribattuta sfruttata da Laneve che si vede respingere il tiro da un’opposizione di capitan Lucarelli. Ma ecco che sul capovolgimento di fronte il Mola accorcia con Giampalmo, brava a sfruttare un buco nella difesa martinese e a battere in corsa Greco con un sinistro letale. Risposta martinese con Ruggieri al quarantatreesimo, la sfera si infrange sul palo. Al minuto numero quarantaquattro c’è spazio per la neo entrata Annarita Carrieri, ma la martinese si fa ipnotizzare dalla Fanelli in uscita e non capitalizza al meglio un preciso diagonale di Stante. Cinquantesimo minuto, è Orlando a mettere la sfera di poco a lato, il risultato non cambia. La pressione delle biancazzurre è spezzata dal tiro di Pepe da fuori, ma la traiettoria della sfera termina la sua corsa sul fondo. A sette dal termine arriva il poker martinese e la firma è ancora quella della Orlando che approfitta di un’altra dormita difensiva di casa e ribadisce lestamente in rete. Fino al termine della partita c’è ancora spazio per il gol del definitivo 1-5 firmato da Stante che, a tu per tu con Fanelli, raccoglie un assist di Orlando e appoggia comodamente la sfera in rete. Poi il triplice fischio finale, con una Stone Five che trova una vittoria a dir poco limpida. Adesso stop di tre settimane, alla ripresa scontro d’alta classifica col Castellana.

TABELLINI

Diciottesima giornata campionato C5 femminile, girone B

San Marco Mola-Stone Five Martina 1-5 (0-3)

San Marco Mola: Fanelli, Liotine, Lucarelli, Giampalmo, Lassandra, Buonfiglio, Pepe, Ingravallo, Giampaolo, Acquaviva. All. Nicola Acquaviva

Stone Five Martina: Greco, Ruggieri, Velasevic, Giacovelli, Orlando, Iudici, Stante, Laneve, Iurlaro, Carrieri, Zingarelli, Eletti. All. Giuseppe Abbracciavento

Arbitro: Giorgio Guarini

Marcatrici: 35” Stante, 26°Orlando, 29°Orlando, 33°Giampalmo (M), 53°Orlando, 57°Stante

Ammonite: Giampalmo (M)

Angoli: 4-11

Recuperi: 1 pt, 2 st

SALA STAMPA

“Vittoria importante per il prosieguo”

Contento mister Abbracciavento dopo il blitz di Mola: “Tre punti fondamentali per la lotta al terzo posto. Dobbiamo solo essere più cinici sotto porta”.

A fine partita il tecnico martinese Giuseppe Abbracciavento è soddisfatto. La sua Stone Five ha vinto anche a Mola cogliendo il quarto hurrà consecutivo: “Sono contento di aver conquistato altri tre punti fondamentali per blindare il terzo posto – spiega l’allenatore biancazzurro – abbiamo vinto meritatamente contro un avversario che si difendeva bene. Alla luce delle numerose parate del portiere di casa avremmo potuto vincere con uno scarto decisamente maggiore, ma va bene anche cosi. Avevo chiesto alle mie ragazze di scendere in campo con tanta umiltà e grinta e, vedendo quanto abbiamo costruito – chiosa Abbracciavento - posso ritenermi soddisfatto. Dovremo essere più cinici sotto porta, le partite vanno chiuse quanto prima”.

Questo articolo è stato letto 537 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica