Una Focus in palla mette paura alla Pro Reggina

Domenica, 18 Marzo 2012

Padrone di casa vittoriose 3-1 ma quanta fatica! Le rossonere vicine al colpaccio esterno. Ancora tre pali negano la gioia del risultato prestigioso.

Onore e merito alle dieci rossonere ( Maffei, Cinquepalmi, Ricco, capitan Porcelli, Coccia, De Lio, Di Iasio, Nardella, Mazzaro, Caputo) che hanno affrontato la trasferta in terra calabrese onorando al meglio l’impegno contro la Pro Reggina ’97 che, quest’oggi, aveva l’imperativo di portare a casa l’intera posta in palio per continuare a sognare un posto nella poule scudetto del campionato di Serie A di calcio a 5 femminile.

Non tragga in inganno il risultato finale favorevole alle amaranto ma le foggiane avrebbero meritato sicuramente qual cosina in più se si considerano i tre pali colpiti dalle ragazze di Fabio Longo. Ancora la sfortuna volta le spalle alle rossonere che già sette giorni fa con la Lazio avevano dovuto fare i conti con la dea bendata. Una prova entusiasmante che lascia ben sperare per il futuro in casa Focus.

La cronaca. Parte bene la Reggina che aggredisce le avversarie ed all’8’ va in vantaggio con la positiva Violi che, dopo l’uno due con Mezzatesta che dalla sinistra serviva al centro, infilava una incolpevole Maffei per il vantaggio delle padrone di casa. 1-0. Le foggiane non si disunivano ed al 12’ raggiungevano il meritato pareggio con Claudia Di Iasio. Capitan Porcelli, ancora una grande prova la sua, si invola lateralmente e serve la Di Iasio che si gira e trafigge la Trovato Mazza.1-1.

Focus clamorosamente vicina al vantaggio al 15’ con la Porcelli che dalla distanza colpisce in pieno il palo della porta reggina. E come spesso accade dal possibile gol foggiano al vantaggio reggino passano tre minuti ed al 18’ sugli sviluppi di un calcio di punizione ancora la Violi batte a rete e beffa la Maffei. 2-1. Prima del riposo la Focus ha la grande occasione del pareggio e solo la grande bravura ed il miracolo del portiere Trovato Mazza nega alla Porcelli la gioia della rete.

La ripresa si apre al 4’ con la terza marcatura della Reggina con un siluro della Romeo che indovina l’incrocio dei pali per un gol davvero impossibile da intercettare. 3-1. Da questo momento sale in cattedra la Focus Foggia che diventa padrona del campo sino al termine del tempo e che colpisce altri due legni con la Nardella al 5’, a seguito di un’azione uno contro uno, e con la Caputo all’11’ che, dopo aver superato l’avversaria diretta, tira a rete e la sfera dopo aver centrato il palo danza sulla linea senza che nessuna rossonera potesse intervenire per il tap-in vincente. Prova ancora sfortunata quindi per una Focus viva e che ha dimostrato di non essere da meno al più quotato avversario.

Al termine della gara eloquente il commento di Mister Fabio Longo: “ Sono soddisfatto della prova delle mie ragazze. Alla vigilia sapevamo che si trattava di una gara difficile contro una squadra che doveva soltanto vincere contro di noi. Le abbiamo messe in notevole difficoltà e siamo andati vicino anche al risultato importante. Il gruppo ha risposto bene e tutte hanno giocato al massimo senza risparmiarsi”.

Tiziano Errichiello – Ufficio Stampa ASD Nuova Focus Foggia

Questo articolo è stato letto 538 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica