Al Curtivecchi passa la Jordan

Domenica, 18 Marzo 2012

L’ITALCAVE DEVE RINVIARE CONQUISTA MATEMATICA DEL PRIMATO

Primo match point sprecato. La Jordan espugna il PalaCurtivecchi di Montemesola e batte per 5-4 l’Italcave che domenica prossima dovrà vincere a Salandra per difendere il primato. La Lazio, infatti, ha vinto ed ha accorciato le distanze a una sola lunghezza. Partita intensa quella giocata in Puglia dove circa 400 spettatori hanno potuto vivere emozioni in altalena.

IL MATCH L’Italcave parte con Margarito, Convertino, Bianco, D’Ippolito e Nicoletti. Risponde la Jordan con Reda, Fragola, Catrambone, Bennardo e Scerra. Partono meglio le ospiti che con Catrambone impegnano Margarito in un paio di occasioni. Al quinto, però, il primo di una serie di errori individuali per il Real. Convertino perde palla sulla trequarti, Catrambone da sola contro il numero 1 stattese si lascia ipnotizzare. La risposta della rossoblu coincide col primo vantaggio: Nicoletti, dalla destra, imbecca Bianco che calcia forte a gonfiare la rete. Due minuti dopo è D’Ippolito a provare a rimpinguare il punteggio il suo tiro si spegne di poco alla destra di Reda. Capovolgimento di fronte e Fragola trova una prateria sulla metà campo, nessuno la chiude e calcia dell’angolino basso alla destra di Margarito. Lo Statte non demorde e con Nicoletti prova a tornare in vantaggio: il suo diagonale a mezz’altezza viene respinto in angolo da Reda. Ancora Real con Dipierro che di destro a giro non trova il sette. A tre minuti dall’intervallo è D’Ippolito a provarci ma Reda mette ancora in angolo. L’ultima azione della prima frazione vede Margarito esaltarsi. Contropiede innescato da un nuovo errore sulla metà campo dell’Italcave e Fragola deve solo depositare in rete ma la numero 1 ionica prima respinge il tiro e poi blocca la seconda conclusione evitando guai peggiori.

Nella ripresa primi minuti di studio da parte delle due formazioni. Ci prova Bennardo ma la sfera viene messa in fallo laterale. Risponde Nicoletti ma Reda mette in fallo laterale. Al quinto azione confusa delle ioniche con D’Ippolito e Convertino che provano a trovare il gol ma la sfera finisce in angolo. Al sesto il vantaggio dell’Italcave: fallo laterale di D’Ippolito, velo di Nicoletti e Porta manda in visibilio il Curtivecchi. Palla al centro e pari della Jordan. D’Ippolito non rinvia il pallone, Bennardo e Catrambone si involano, Maragarito chiude sulla prima non sulla numero 5 che pareggia i conti. Si ritorna a giocare e il Real ha l’occasione per tornare in vantaggio con Porta che, dopo un tiro di Nicoletti in piena area, centra la traversa interna ma la sfera torna poi sul terreno di gioco. All’undicesimo Bennardo sfrutta un nuovo errore individuale e trova il gol. Qui la Jordan mette il piede sull’acceleratore e prova a chiudere la partita con Fragola che ha il guizzo giusto per depositare in rete il doppio vantaggio. Marzella decide di inserire Dipierro portiere di movimento e i risultati si vedono a 2 minuti dalla fine quando Convertino, in piena area, tocca di piatto a beffare Reda. Ma la stessa numero 1, un minuto più tardi, rinvia con Dipierro che corre inutilmente a salvare la propria porta. La gara si riaccende a 1 minuto e 23 secondi dalla fine quando Dipierro calcia in diagonale, sul palo c’è D’Ippolito che accende una fiammella per il Real. L’ultima azione è delle rossoblu a 3 secondi dalla fine: cross di Nicoletti, D’Ippolito vola in cielo ma non riesce a impattare bene la sfera. La Jordan espugna il Curtivecchi, l’Italcave deve rinviare la gioia per il matematico primato.

MARZELLA: PUNITI DA TANTI ERRORI INDIVIDUALI

La parola ‘peccato’ si mescola con la delusione per la vittoria sfumata nel momento migliore dell’Italcave. Tony Marzella è rattristato per il risultato nell’ultimo turno interno di campionato. “Mi dispiace per non aver regalato ai nostri supporters questo successo. Ci hanno seguito dall’inizio dell’anno e quindi sarebbe stato bello fare un cadeau per il loro amore nei nostri confronti. Sono dispiaciuto, inoltre, per un risultato che ha visto la Jordan vincere con merito sfruttando al meglio i nostri errori individuali. Molti, davvero. Dobbiamo riflettere e rimboccarci le mani per poter vincere a Salandra domenica prossima. Vogliamo questo primo posto ma dobbiamo conquistarlo. Per poterlo fare, però, serve una prova differente da quella vista oggi. Siamo stati bravi fino al secondo pareggio, poi però una serie di errori hanno portato a questo risultato”.

TABELLINO

ITALCAVE REAL STATTE-JORDAN AUFUGUM 4-5 (primo tempo 1-1)

MARCATRICI: pt 5’ 04’’ Bianco (IRS), 9’42’ Fragola (JA); st 6’ 26’’ Porta (IRS), 7’ 29’’ Catrambone (JA), 10’ 49’’ Bennardo (JA), 13’ 12’’ Fragola (JA), 17’ 45’’ Convertino (IRS), 18’ 18’’ Reda (JA), 18’ 37’’ D’Ippolito (IRS)

ITALCAVE REAL STATTE: Margarito, Modugno, Russo, Dipierro, Convertino, Porta, Buonfrate, D’Ippolito, Nicoletti, Bianco, Marangione, Peluso. All. Marzella

JORDAN AUFUGUM: Reda, De Cicco, Catrambone, Scerra, Petullà, Bennardo, Zagari, Mirafiore, Fucile, Loiacono, Fragola, Lorenzo. All Martire

ARBITRI: Gaetani e Pennarossa di Pescara. CRONO: Pennetta di Pescara

AMMONITA: Buonfrate (IRS)

NOTE: spettatori 400 circa di cui una sessantina provenienti da Cosenza. Angoli: 15-9

RISULTATI

P. Ganzirri Cus Palermo 2-7

Lazio Femminile Città di Pescara 6-3

Trinakria Ita Mercato dell'Oro 0-6

Italcave Real Statte Jordan Aufugum 4-5

Pro Reggina Nuova Focus Foggia 3-1

Woman Napoli B.Energy spa Virtus Roma Ciampino 3-5

CLASSIFICA

Italcave Real Statte 46

Lazio Femminile 45

Pro Reggina 43

Jordan Aufugum 43

Virtus Roma Ciampino 41

Cus Palermo 36

Nuova Focus Foggia 31

Ita Mercato dell'Oro 30

Città di Pescara 17

Woman Napoli B.Energy spa 16

P. Ganzirri 11

Trinakria RITIRATA

L’ADDETTO STAMPA DEL REAL STATTE FRANCESCO FRIULI

Questo articolo è stato letto 520 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica