Don Tonino Bello Molfetta piegata da una discreta Arcadia

Mercoledì, 29 Febbraio 2012

Arriva la prima sconfitta per le biancorosse di mister Minervini nella quarta gara dopo il giro di boa.5-1 è il risultato finale del match disputatosi al PalaPoli contro l’Arcadia Bisceglie. “Una don Tonino Bello Molfetta praticamente inesistente”, queste le prime considerazioni del mister a fine partita. “Non mi rivedo assolutamente nel carattere e nello spirito della squadra scesa in campo stasera, sono profondamente deluso per l’approccio alla gara delle ragazze, mai in partita e quasi svogliate, una sconfitta sacrosanta contro una Arcadia che forse poteva fare addirittura di più”, continua amareggiato mister Minervini. Effettivamente la gara è riassunta in due parole dal tecnico molfettese visto che le biancorosse per tutto il primo tempo sono praticamente assenti e si rendono autrici di continui errori grossolani lasciando campo ad una discreta e non irresistibile Arcadia che sicuramente non gioca la sua migliore partita, ma fa quel che basta per affondare le padrone di casa. Appena subìto il primo goal, la don Tonino Bello Molfetta si sfalda completamente e nonostante qualche accenno di reazione, dopo solo qualche minuto, subisce il doppio vantaggio delle ospiti che sfruttano l’ennesimo banale errore difensivo.

Ci si aspetta una reazione d’orgoglio come già capitato nelle ultime cinque gare di campionato, dove le biancorosse hanno dimostrato notevoli progressi totalizzando due pareggi, due vittorie e una sola sconfitta peraltro con la capolista, ma invece della reazione la Don Tonino Bello sembra cadere in balia della propria assenza di lucidità e concentrazione. L’Arcadia va in goal ancora due volte prima dello scadere della prima frazione di gioco fissando il risultato sullo 0 a 4, a testimonianza del black-out mentale delle biancorosse. La seconda frazione di gara vede una Don Tonino Bello che riesce a contenere gli affondi delle avversarie rendendosi a sua volta pericolosa in più occasioni,ma la giornata no di Boccanegra e compagne continua con goal sbagliati quasi a porta vuota che fanno addirittura sorridere il numeroso pubblico sugli spalti. E’ ancora l’Arcadia che allunga trafiggendo per la quinta volta Agostinacchio, non in giornata di grazia. Prima dello scadere arriva il goal della bandiera di Giacò che sfrutta uno schema su calcio piazzato rendendo forse meno amara una serata a dir poco disastrosa per le biancorosse. “Queste sconfitte ci devono far riflettere su quello che siamo riusciti a fare fin’ora e su quello che potremmo fare in futuro se solo crescessimo un pochino a livello mentale, purtroppo la giovane età di questa squadra rende difficile e lungo il percorso di sviluppo di certi meccanismi che vanno al di là di tattica e tecnica individuale. Serve molta pazienza, ma una sconfitta peraltro meritata non può cancellare quel che di buono abbiamo fatto fino ad oggi, ci rimboccheremo le maniche e reagiremo a questa brutta prestazione”, conclude il tecnico biancorosso. Il prossimo appuntamento per la Don Tonino Bello Molfetta è per domenica 4 marzo contro l’Altamura.

Questo articolo è stato letto 544 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica