La Stone Five non delude, Rutigliano travolto

Lunedì, 27 Febbraio 2012

Vittoria netta per le biancazzurre di Abbracciavento, il risultato finale è di 17-0. Cinque gol a testa per Orlando e Laneve, tripletta per Franca Calabrese, doppietta di Stante. In gol anche Velasevic e Iudici.

Netta vittoria per la Stone Five Martina. Le biancazzurre si impongono sul Rutigliano con un roboante 17-0, risultato ottenuto al termine di una partita giocata quasi sempre a senso unico. Due le mattatrici dell’incontro, Alessandra Orlando e Daniela Laneve, entrambe a segno con una cinquina. Segue la tripletta di Francesca Calabrese, la doppietta di Debora Stante e i gol di Velasevic e Iudici. Il primo tempo si è concluso sul 10-0, parziale che la dice lunga sull’egemonia martinese in campo. Stesso leit-motiv della ripresa, dove le padroni di casa pensano già a centellinare le energie in vista del fondamentale match di domenica pomeriggio a Fasano. Di fronte c’era un Rutigliano falcidiato dalle assenze e poco incisivo sotto porta, ma allo stesso grintoso e determinato, pur consapevole del gap tecnico-tattico con il più forte avversario.

ORLANDO NE FA TRE IN CINQUE MINUTI La Stone Five scende in campo con la precisa intenzione di chiudere al più presto la contesa e, a giudicare dai primi cinque minuti, ci riesce in pieno. Il vantaggio arriva già dopo un giro di lancette, lo firma Alessandra Orlando, lasciata colpevolmente dalla difesa barese, che batte Marsiglia di destro e dà il via alle danze. Grande impatto sul match per la calcettista brindisina che, giusto due minuti dopo, concede il bis. E che bis. Daniela Laneve lavora un bel pallone sull’out sinistro, scodella al centro per la Orlando che si coordina dando vita ad una spettacolare sforbiciata. Marsiglia non può nulla sulla prodezza balistica della martinese. Ed è ancora la Orlando che sigla il tris al quinto minuto, mettendo già in ghiaccio l’incontro. Il Rutigliano mostra più di qualche pecca in fase d’impostazione e di marcatura, la Stone Five ne approfitta e colpisce ancora con Laneve che scarica in rete un violento destro ravvicinato, siamo al settimo e le martinesi sono già sul 4-0. Al nono minuto a finire sul tabellino delle marcatrici è la montenegrina Velasevic, che realizza un gol di pregevolissima fattura, capace di dribblarsi l’intera difesa barese e mettere alle spalle di Marsiglia. Al decimo si vede il Rutigliano con un tentativo da fuori di capitan Aprile, tra i pali martinesi Greco controlla senza problemi. Fino al termine del primo tempo da segnalare gli altri gol di Orlando, Laneve, Calabrese, Stante ma soprattutto per il primo gol in campionato di Iudici, brava a ribadire in rete da distanza ravvicinata un preciso suggerimento di Velasevic dalla destra. Si va negli spogliatoi.

CALABRESE FIRMA LA TRIPLETTA Nella ripresa la Stone Five abbassa un po’ il ritmo, il Rutigliano le prova tutte per trovare almeno il gol della bandiera. Al trentasettesimo, però, è Stante a firmare il gol dell’11-0 con una gran castagna dalla distanza. A stretto giro di posta, precisamente due minuti, arrivano altri gol firmati da Laneve e Orlando, con quest’ultima che firma la sua personale cinquina portando il risultato sul 13-0. Il Rutigliano le prova tutte, ma la manovra è prevedibile e non impensierisce la fase difensiva delle martinesi, che controllano senza particolari patemi d’animo le pur volenterosi iniziative delle baresi, spronate da capitan Aprile. Ma a cavallo tra quarantaquattresimo e quarantasettesimo arrivano altri due gol di marca martinese, entrambi firmati dalla senatrice biancazzurra Daniela Laneve, più che mai cinica sotto porta. Fino al termine della contesa i definitivi gol del 16 e 17-0 sono firmati entrambi dalla veterana Franca Calabrese, che prima scarta a tu per tu Marsiglia depositando a porta vuota e poi, sfruttando un traversone dalla destra di Velasevic, batte per l’ultima volta l’estremo difensore barese con un colpo di testa basso in torsione. Bel gesto tecnico per la giocatrice di Mola di Bari, inusuale in una partita di futsal. Poi il triplice fischio finale, che assegna alla Stone Five una vittoria senza discussioni. Domenica scontro cruciale a Fasano, ci si giocherà una grossa fetta di terzo posto.

TABELLINI

Quattordicesima giornata campionato regionale, girone B

Stone Five Martina-Azetium Rutigliano 17-0

Stone Five Martina: Eletti, Iudici, Laneve, Calabrese, Carrieri.A, Orlando, Velasevic, Stante, Zingarelli, Greco. All. Giusepe Abbracciavento

Azetium Rutigliano: Marsiglia, Sorino.M, Aprile, Sorino.F, Castiglione, Furio, Favale. All. Roberto Belviso

Arbitro: Mauri Vinci di Brindisi

Marcatrici: 1°Orlando, 3°Orlando, 5°Orlando, 7°Laneve, 9°Velasevic, 11°Orlando, 14°Laneve, 16°Calabrese, 25°Iudici, 30°pt Stante, 37°Stante, 38°Laneve, 39°Orlando, 44°Laneve, 47°Laneve, 49°Calabrese, 53°Calabrese

Angoli: 7-1

Ammoniti: Furio

Recupero: 1 pt, 2 st

“Ho visto tante buone cose”

Soddisfatto il tecnico Abbracciavento dopo il perentorio 17-0 imposto al Rutigliano: “C’era un’evidente differenza di valori in campo, ma avevo chiesto ugualmente la massima concentrazione”. Daniela Laneve, cinque gol per lei: “Bella prestazione, continuiamo cosi”.

Dopo il netto successo con il Rutigliano, il tecnico delle martinesi Giuseppe Abbracciavento non può che essere soddisfatto: “Sulla partita penso ci sia poco da dire, la differenza di valori in campo era evidente. E’ stata un’occasione utile per far ruotare tutta la mia rosa, ho visto buone cose da parte di tutte quante le mie ragazze. Sapevamo di essere superiori al Rutigliano – ammette candidamente il tecnico martinese – ma avevo ugualmente chiesto la massima concentrazione, noi non sottovalutiamo mai nessuno. E adesso pensiamo già a lavorare in vista della prossima gara di Fasano, dove ci giocheremo una grossa fetta del podio”. Altrettanto soddisfatta è Daniela Laneve, autrice di ben cinque gol: “Sono contenta per i miei gol e per quelli di tutta la squadra. Abbiamo giocato bene, tutte quante. Dobbiamo continuare così, pur consapevoli di avere ancora tanto da migliorare e soprattutto che affronteremo gare più probanti dal punto di vista dell’impegno”.

Questo articolo è stato letto 532 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica