Italcave, una vittoria da infarto

Domenica, 5 Febbraio 2012

NICOLETTI RISOLVE LA SFIDA CON LA REGGINA A 30 SECONDI DALLA FINE

ROSSOBLU’ PRIME E PRIMO VERO TENTATIVO DI ALLUNGO IN VETTA

Un urlo tenuto in gola per 39 minuti e 30 secondi quando Susanna Nicoletti ha fatto andare in estasi una palazzetto intero. È stata lei a decidere la sfida contro la Pro Reggina che porta nuovamente lo Statte da solo in vetta alla classifica. Pareggiano Lazio e Roma e la Jordan perde in casa col Cus Palermo. Una giornata, quindi, favorevole all’Italcave che adesso può guardare tutti dall’alto in un match agonisticamente valido per meriti di ambedue i tecnici, Marzella e Tramontana, bravi a gestire un match difficile. Adesso l’Italcave è avanti di 3 punti sulla prima coppia inseguitrice (la Jordan e la Roma) e 4 sul secondo duo composto da Lazio e Reggina.

IL MATCH L’Italcave parte con Margarito, Convertino (al rientro), D’Ippolito, Bianco e Nicoletti. Risponde la Reggina inizia con Trovato Mazza, Romeo, Siclari, Mezzatesta, Violi, Presto. Primi minuti di studio con entrambe le squadre che non alzano i ritmi di gioco. Le danze le apre lo Statte con Nicoletti che riesce a girarsi in piena area ma non trova la porta. Poi è Mezzatesta a provarci ma Valentina Margarito fa buona guardia. Subito dopo il numero 1 risponde da far suo a un bel tiro di capitan Siclari. Al nono è super l’intervento del portiere stattese su Presto che, lanciata a rete, si vede il rito respingere dall’estremo dell’Italcave. Passato il momento amaranto lo Statte passa in vantaggio ma il tiro di Nicoletti su angolo di D’Ippolito viene annullato per fallo della numero 10 stattese. Al decimo ancora azione sull’asse D’Ippolito per Nicoletti sulla fascia sinistra, palla subito in profondità per Bianco che supera Presto e porta le ioniche avanti. Passa un minuto e D’Ippolito, dal limite destro dell’area, prova il tiro di punta, palo esterno e palla fuori. Al sedicesimo si rivede la Reggina. È Siclari su punizione a provarci ma il suo fendente viene respinto. Al diciassettesimo l’occasionissima per il pari va sui piedi di Romeo. Tiro libero assegnato alle calabresi che viene calciato alto sulla traversa. Capovolgimento di fronte e Nicoletti, su azione d’angolo, tira di un nulla fuori a Trovato Mazza battuta.

Nella ripresa parte meglio lo Statte, esce alla distanza la Reggina salvo poi peccare negli istanti finali del match. Al terzo ci prova Convertino che recupera palla sulla sinistra, si accentra e calcia fuori. Un minuto dopo il due a zero pare cosa fatta. Cross di D’Ippolito dalla destra, Marangione è sul secondo palo ma non mette il piede a correggere in rete. Gol sbagliato gol subito: Romeo riceve palla dalla sinistra avanza per un paio di metri, alza la testa e trova l’angolino basso alla destra di Margarito che nulla poteva fare nella circostanza. Pareggiata la sfida la squadra di Tramontana rischia il sorpasso immediato con Convertino che, dalla destra, vede il suo tiro deviato che fa la barba al palo. Su azione seguente tiro di capitan D’Ippoilito e Trovato Mazza mette nuovamente in angolo. Al sesto ancora Margarito protagonista che si esalta su una conclusione di Mezzatesta. La partita vive il suo momento migliore: cross di Marangione dalla sinistra, Bianco è pronta a correggere in rete ma Siclari con la punta del piede rischia l’autogol ma riesce a salvare la sua porta. La Reggina però non è contenta del pari e Siclari riesce a calciare un pallone a foglia morta sotto il sette alla destra di Margarito che, in maniera miracolosa, con la mano di richiamo, spinge fuori dai pali e in fallo laterale. Al sedicesimo ancora Italcave con Patrizia Convertino che serve Nicoletti, palla che non finisce nello specchio di porta. E quando tutto sembrava finito l’azione che decide la partita. Rimessa laterale per lo Statte in fase avanzata con D’Ippolito che serve Nicoletti abile a girarsi in piena area e battere con una zampata vincente Trovato Mazza. Rammarico Tramontana e gioia Marzella: è 2-1 che potrebbe anche diventare tre a uno che l’estremo reggino non riuscisse a parare il tiro libero di Nicoletti. Statte primo e ora la trasferta col Ganzirri prima dei 3 punti sicuri contro la Trinakria.

MARZELLA: ‘VITTORIA IMPORTANTE, DI TESTA E DI CUORE’

Alla vigilia del match sembrava esserci la cosiddetta ‘nuvola di Fantozzi’ sopra le ragazze dell’Italcave. Con D’Ippolito e Convertino, febbricitanti, colpite da attacco influenzale e Nicoletti non al meglio, tutto nelle ultime 24 ore, sembrava essere un match stregato quello contro la Pro Reggina. Invece tutte le sue ragazze hanno stretto i denti e raggiunto il massimo risultato. Tony Marzella non può che essere soddisfatto per il risultato della propria gara e per quello che è avvenuto in classifica. “Dopo la sconfitta col Pescara volevamo vincere e riscattarci. Tutti, dai dirigenti ai medici alle giocatrici, alla società, praticamente tutta la famiglia Real Statte voleva questo successo. E’ stata una partita spettacolare con ripetuti capovolgimenti di fronte e agonisticamente di alto livello contro una Reggina ben messa in campo alla quale faccio i miei complimenti. Siamo state capaci, finalmente, di essere concentrati e determinate fino all’ultimo istante e abbiamo vinto tutto sommato meritatamente. Ho chiesto alla squadra di mettere in campo la giusta mentalità che le ha sempre contraddistinte e loro, da grandi campionesse, lo hanno fatto. Eravamo al primo posto, ora siamo daccapo soli. E questo gruppo, finalmente, ha saputo confermare quella continuità che da cercavamo. Sono contento per tutti, ragazze, medici, dirigenti, e soprattutto la società che in questi sette giorni ha ancor di più capito quello di cui avevamo bisogno per ritrovare la via del successo. È stata una settimana impegnativa e delicata, sapevamo l’importanza che aveva per noi questa gara e da grande famiglia Real abbiamo dimostrato che uniti e col cuore si vince”.

NICOLETTI: ‘LA VITTORIA DI UN GRUPPO GRANITICO’

Gli occhi lucidi, commossi e sorridenti come il suo sorriso protetto da delle labbra che si aprono solo a contesa finita. Susanna Nicoletti ha deciso la gara. Un assist e un gol: lei, la migliore marcatrice dell’Italcave Real Statte, racconta il gol che è per la squadra. “Volevamo rispondere sul campo e l’abbiamo fatto. Non sarà stata una partita per palati sopraffini, va bene, ma abbiamo dimostrato che i 3 punti li desideravamo ardentemente. Siamo felici di questo e su queste basi possiamo lavorare per crescere ancora. Un primo posto che ritengo meritato, frutto di un gruppo che è diventato ancor più granitico in questi giorni per venir fuori dalla situazione non positiva dopo il ko di Pescara. Siamo felici e adesso restiamo concentrate per dare continuità a questa vittoria”.

TABELLINO

ITALCAVE REAL STATTE-PRO REGGINA 97 2-1 (primo tempo 1-0)

MARCATRICI: pt 10’ 23’’ Bianco (IRS); st 4’ 45’’ Romeo (PR), 19’ 30’’ Nicoletti (IRS)

ITALCAVE REAL STATTE: Margarito, Modugno; Russo, Dipierro, Convertino, Porta, Buonfrate, D'Ippolito, Nicoletti, Bianco, Marangione, Peluso. All. Marzella

PRO REGGINA 97: Trovato Mazza, Arena, Romeo, Cioffi, Siclari, Mezzatesta, Violi, Gatto, Presto, Politi, Cacciola, Napoli All. Tramontana

ARBITRI: Rutigliano (Bari), Nitti (Barletta). CRONO: Strati (Bari)

AMMONITA: Violi (PR)

ANGOLI: 9-0

NOTE: al 17’ 31’’ del primo tempo Romeo (PR) sbaglia un tiro libero; al 19’ 43’’ del secondo tempo Trovato Mazza para un tiro libero a Nicoletti (IRS).

SPETTATORI: 250 circa

RISULTATI

Jordan Aufugum Cus Palermo 3-4

Ita Mercato dell'Oro Città di Pescara rinviata al 4 Marzo

Virtus Roma Ciampino Lazio Femminile 2-2

Woman Napoli B.Energy spa Nuova Focus Foggia 2-3

Trinakria P. Ganzirri 0-6 a tavolino

Italcave Real Statte Pro Reggina 2-1

CLASSIFICA

Italcave Real Statte 34

Jordan Aufugum 31

Virtus Roma Ciampino 31

Pro Reggina 30

Lazio Femminile 30

Cus Palermo 25

Nuova Focus Foggia 24*

Ita Mercato dell'Oro 23*

Città di Pescara* 14

Woman Napoli B.Energy spa 13

P. Ganzirri 11

Trinakria *0

*= una partita in meno, Trinakria esclusa dal campionato.

L’ADDETTO STAMPA DEL REAL STATTE FRANCESCO FRIULI

Questo articolo è stato letto 8980 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica