Penta Velasevic, Stone Five sette bellezze col Conversano

Giovedì, 1 Dicembre 2011

Grande prestazione per la montenegrina che ne fa cinque, Angela e Annarita Carrieri firmano il definitivo 7-1. Illusorio il gol del momentaneo pari conversanese con Carso

Uno Stone Five sicuro, determinato e grintoso batte il Conversano nel recupero della prima giornata. E’ finita 7-1 per le martinese che, al PalaWoytjla, battono le baresi grazie ad una superba prestazione di Miroslava Velasevic, cinque gol per la montenegrina, autentica trascinatrice. A segno anche Annarita e Angela Carrieri. Illusorio il momentaneo e pareggio barese realizzato da Carso. E pensare che sullo Stone Five sembrava aleggiare un tantino di sfortuna: nel primo tempo cinque pali e due traverse in sei azioni consecutive, qualcosa di mai visto. Primo tempo concluso su un incredibile ed immeritato (per il Conversano) pareggio, poi nella ripresa sale in cattedra la Velasevic.

CINQUE PALI E DUE TRAVERSE, LO STONE FIVE IMPRECA Al secondo minuto lo Stone Five è subito pericoloso con la Velasevic che imbecca al volo Angela Carrieri, colpo di testa di prima intenzione ma impreciso. Sempre la montenegrina impegna severamente Rotunno pochi secondi dopo, palla alzata in corner. A questo punto inizia l’intensa storia d’amore tra lo Stone Five, i pali e le traverse. Il triangolo no, non l’aveva considerato. Al sesto tiro dalla distanza di Stante, la palla si stampa sulla traversa. E’ un ottimo Stone Five. Al nono altra ghiotta occasione per passare in vantaggio, ma Angela Carrieri tutta sola centra il palo. Altro legno Stone Five, Velasevic coglie in pieno la traversa a Rotunno battuta. Azione successiva, altro palo di Stante. Incredibile ma vero. E cosa può succedere al quattordicesimo? Tiro di Laneve dalla distanza e doppio palo, il Conversano incredulo ringrazia. Sembra assurdo, ma è la realtà dei fatti. E’ lo Stone Five più tonico della stagione, lo dimostra ancora una volta Stante che…becca il palo. E siamo a sette legni. Al ventesimo, con il risultato fermo clamorosamente sullo 0-0, il Conversano costruisce la sua prima azione da gol con un tocco in corsa di Buonfiglio, fuori di un soffio con Eletti in uscita. E finalmente, dopo numerose imprecazioni alla malasorte, arriva il vantaggio firmato da Annarita Carrieri, brava a sfruttare un lavorato assist di Velasevic dall’out destro, facile il tocco sotto porta della martinese. Un vantaggio strameritato che sblocca l’incontro ad appannaggio di uno Stone Five sicuro ed autoritario, contro un Conversano arroccato nella sua metà campo. Ma quando tutto sembra presagire ad un parziale con lo Stone Five in vantaggio, arriva effimero il pareggio del Conversano. Lo sigla Carso che buca Eletti centralmente, dopo una dormita della difesa martinese. Incredibile doccia fredda per le padroni di casa, mortificate da uno dei pareggi più immeritati della storia del futsal femminile. Un minuto di recupero e l’ottimo Nisi di Taranto, un arbitraggio finalmente all’altezza, manda tutti negli spogliatoi.

FURIA VELASEVIC: CINQUE GOL Inizia la ripresa, lo Stone Five è inviperito per l’accanimento della malasorte nei suoi confronti. L’amore infinito per i pali delle porte del PalaWoytjla si conferma al trentaduesimo, quando Stante becca il sesto palo della serata.

Ma poi arriva l’uragano Velasevic e la partita cambia. E’ la stessa montenegrina che porta le sue compagne in vantaggio, violento il suo destro che si esaurisce sotto la traversa da posizione defilata, scoppia tutta la comprensibile gioia martinese. E’ il gol che spiana definitivamente la strada alle biancazzurre, niente affatto intimorito da due conclusioni dalla distanza di Cassano, entrambe alzate in corner. Un fuoco di paglia, perché al trentanovesimo Velasevic sigla il tris per lo Stone, partita virtualmente chiusa. Al quarantesimo arriva il poker, lo firma Angela Carrieri che in volata batte Rotunno con una puntata bassa e letale. Il Conversano può solo difendersi, ma la Velasevic si scatena. La montenegrina è incontenibile e realizza altri tre gol portando il risultato sul definitivo 7-1. D’autore il gol del 6-1 realizzato con un sopraffino tocco sotto con Rotunno in uscita, alta scuola montenegrina al PalaWoytjla. Dopo tre minuti di recupero il sicuro ed impeccabile Nisi di Taranto dice che può bastare così. Lo Stone Five sette bellezze vince col Conversano e riscatta il ko interno col Fasano. Ma un viaggetto a Lourdes sembra comunque opportuno.

TABELLINI

Recupero prima giornata di campionato

Stone Five Martina-Futsal Conversano 7-1 (1-1)

Stone Five Martina: Eletti, Ruggieri, Laneve, Giacovelli, Carrieri Ann.ta, Velasevic, Stante, Meraglia, Iurlaro, Carrieri, Zingarelli. All. Maria Rosaria Meraglia

Futsal Conversano: Rotunno, Ladogana, Lucarelli, Cassano, Battista, Di Turi, Buonfiglio, Marzico Nardelli (p), Ingrassia, Carso. All. Vito Totaro

Arbitro: Mattia Nisi di Taranto

Marcatrici: 23°Carrieri Ann.ta, 30pt Carso ( C ) , 33°Velasevic, 39°Velasevic, 40°Carrieri.Ang, 47°Velasevic, 49°Velasevic, 60°Velasevic

Angoli: 4-0

Ammoniti: -

Recuperi: 1pt, 2 st

NUOVA CLASSIFICA

Martina C5 femminile 15, Castellana e Fasano 12, Stone Five Martina e Noci 7, Taviano, Free Style e Meridiana 6, Rutigliano 3, Conversano e Mola 0


“CONTENTA PER ME E PER LA SQUADRA”

Grande felicità per Miroslava Velasevic, mattatrice dell’incontro con la manita al Conversano: “Era importante vincere per riscattare Fasano, bella partita di tutte le mie compagne”.

Il volto di Miroslava Velasevic è il ritratto della felicità. La sua cinquina ha consentito allo Stone Five di avere la meglio sul Conversano, una prestazione maiuscola per la montenegrina: “Sono molto felice per i miei cinque gol, ma soprattutto per i tre punti ottenuti dalla squadra. Ho provato una grande felicità – rivela la calcettista di Podgorica - soprattutto dopo il mio primo gol che è stato anche il primo in Italia. Questo successo è meritato, era necessario per tutte noi, desiderose di riscattarci dopo l’ingiusto ko interno col Fasano. Tre punti che ci regalano fiducia e consapevolezza nei nostri mezzi, ci consentono anche di risalire la classifica. Adesso continuiamo così, non dobbiamo fermarci”.

Questo articolo è stato letto 610 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica