Cuore Salinis: in semifinale col Filottrano!

Venerdì, 15 Marzo 2013

Con un cuore grande così la Salinis conquista l’accesso alle semifinali di Coppa Italia imponendosi ai calci di rigore sulle trentine del Calavino in un finale al cardiopalmo. Una prestazione a dir poco commovente delle ragazze di Vito D’Ambrosio, tornate in campo a 19 giorni esatti dal drammatico incidente stradale del 24 febbraio scorso: costrette a fare a meno per questo motivo di Falco, Violante e Lomuscio – ma prive anche delle indisponibili Bonasia e Dicorato – le rosanero hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo raddrizzando in extremis una gara che pareva ormai compromessa. La Salinis parte a razzo e in avvio è il palo a salvare per due volte il Calavino sulle conclusioni a botta sicura di Fuzio e di Borraccino. La partenza sprint viene priemata al 6’: apertura di Carmen Pezzolla (scesa in campo con una maschera protettiva) per la sorella Maria Grazia che stoppa e serve Mazzuoccolo, ben appostata sul secondo palo per il tocco vincente. Il Calavino prova a reagire affidandosi ai lanci lunghi per scavalcare la difesa della Salinis: al 15’ Barbara Chesani, tutta sola, gira di testa di poco a lato ma al 20’ un lancio in profondità di Cretti pesca la stessa Chesani che si gira ed infila il pallone del pareggio. La Salinis paga lo scotto della lunga inattività e cala vistosamente alla distanza: ne approfittano le trentine che, in una delle loro rare sortite offensive, si portano in vantaggio a metà ripresa con un diagonale di Vialo che sorprende Dicuonzo sul primo palo. La Salinis si rovescia rabbiosamente in avanti ma Spahiu sfodera miracoli in serie su Mazzuoccolo, Fuzio e ancora Mazzuoccolo. Nel finale momenti di paura per l’infortunio occorso a Chesani, costretta ad uscire in barella: per fortuna niente di grave, ma gli arbitri accordano ben 5’ di recupero per il prolungato stop. E l’extra time riserva colpi di scena a ripetizione: al 33’ la Salinis perde Carmen Pezzolla, protagonista di una prestazione maiuscola, per doppia ammonizione. Sembra finita ma nonostante l’inferiorità numerica un minuto dopo la squadra di D’Ambrosio trova il pareggio con Maria Grazia Pezzolla, bravissima a lavorare un pallone sulla sinistra e a piazzarlo di giustezza alle spalle di Spahiu. Si va ai rigori: segnano in sequenza Cretti, Mazzuoccolo, Faes e Maria Grazia Pezzolla mentre il primo errore è di Vialo che calcia sul fondo; Borraccino, Pisoni e Fuzio non falliscono le loro trasformazioni poi è decisiva Montenegro, subentrata proprio per i rigori finali, che chiude la porta in faccia a Cornella e porta la Salinis in semifinale. Appuntamento sabato alle 16.30 contro le marchigiane del Filottrano, che hanno sconfitto 4-2 le lombarde del Plavan Robbio. Il sogno della Salinis continua!

IL TABELLINO

SALINIS-CALAVINO 2-2 d.t.s., 4-3 rig.

SALINIS: Dicuonzo, C. Pezzolla, Fuzio, Mazzuoccolo, M.G. Pezzolla, Borraccino, Chiariello, Montenegro; n.e.: Monopoli, Di Silvio. All. D’Ambrosio.

CALAVINO: Spahiu, Cornella, Faes, Cretti, Vialo, E. Chesani, B. Chesani, Pisoni. All. Ferrari.

ARBITRI: Calogero (Treviso) e Bullo (Chioggia).

RETI: p.t.: Mazzuoccolo 6’, B. Chesani 20’; s.t.: Vialo 14’, M.G. pezzolla 34’.

NOTE: al 33’ s.t. espulsa C. Pezzolla.

RIGORI: Cretti gol, Mazzuoccolo gol, Faes gol, M.G. Pezzolla gol, Vialo fuori, Borraccino gol, Pisoni gol, Fuzio gol, Cornella parato.

Questo articolo è stato letto 517 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica