Serie A Femminile

Lunedì, 7 Gennaio 2013
Conclusa la 1ª giornata di ritorno: risultati e commento dei tre giorni del futsal in rosa

La prima giornata di ritorno va in archivio con una nuova capolista in vetta al girone A: il Sinnai, infatti, batte le Lupe e le scavalca in testa, provocando anche l’aggancio in seconda piazza dello Sporteam. Nel girone B, invece, se tutto va secondo pronostico nelle prime due posizione, con AZ Gold Women e Lazio che vincono mantenendo rispettivamente la vetta e il posto di inseguitrice, la sorpresa arriva da Montesilvano, dove le biancazzurre cadono al cospetto dell’Atletico Ardea e vengono staccate dalla Ternana che espugna il campo della Virtus Roma. Turno transitorio, invece, nel girone C con il Real Statte che continua a vincere e, come lui, anche chi insegue.

GIRONE A: Anno nuovo, capolista nuova. In vetta c’è di nuovo il Sinnai, grazie al successo casalingo per 5-3 sulle Lupe che, dunque, vengono spodestate dalla prima piazza e anche raggiunte in seconda dallo Sporteam: non bastano alle patavine di Mario Lovo la doppietta di Canaglia e la rete di Gutierrez; Gasparina, Lucileia, Orgiu e Argento – oltre ad un autogol – firmano la cinquina vincente per le padrone di casa. Così, ne approfitta subito lo Sporteam, che regola tra le mura amiche per 4-1 il Figestim, terzultimo, e raggiunge la piazza d’onore: ci pensano doppia Ghigliordini, Laurenti e Marulli a spianare la strada alle vicentine, mentre la formazione lombarda può solo firmare la rete della bandiera con Raimondi. E anche il Breganze riduce lo svantaggio dalle prime posizioni, portandosi a -2 dalla vetta in virtù del successo tennistico esterno nel derby con l’Areasport, che resta così penultimo. La protagonista è ancora una volta Nicoli, stavolta con un tris personale, al quale si aggiungono la doppietta di Baù e la firma di Lappo; le veronesi, invece, vanno in rete con Mambella (bis anche per lei) e Marogna. Alle spalle del Breganze poi, la prima frattura della classifica. Cade, infatti, l’Isolotto in casa di un Kick Off che conferma il suo stato di forma e le toscane si trovano ora a quattro lunghezze dalla zona play-off. E’ Atz, con la sua doppietta, a mettere il sigillo sul successo delle lombarde, mentre alle ospiti non basta Fernandez: alle gigliate si avvicina così il Portos che, vincendo 5-1 in casa del fanalino di coda Casalgrandese, mantiene tre punti dietro proprio il Kick Off. Tripletta di Brusca, gol di Pedace e Corrado per il pokerissimo delle marchigiane, a fronte della rete della bandiera di Ametta. E nella zona calda della classifica, balzo in avanti del Group Schiavoni RLA che supera in trasferta 6-1 il Torino, stacca il Figestim e supera le stesse piemontesi.

GIRONE B: Le prime due della classe continuano la loro marcia spedita, mentre alle loro spalle adesso c’è solo la Ternana, complice lo stop casalingo del Montesilvano. La capolista AZ Gold Women, dunque, vince ancora e lo fa tra le mura amiche per 4-2 sulla Woman Napoli: Marranghello fa doppietta, Pastorini e Reyes completano il poker teatino, mentre alle partenopee non basta doppia Pugliese. Nessun problema, poi, per la Lazio che cala il settebello a Perugia: ospiti in vantaggio per 3-1 già all’intervallo, con l’opera completata nella ripresa: per le biancocelesti vanno a segno Verrelli, Coviello e Guercio con una doppietta a testa, oltre a Mannavola; le reti del Perugia, invece, portano la firma di Carnevali e Moscatelli. Dunque, al terzo posto la Ternana si libera della compagnia del Montesilvano, punito dall’Atletico Ardea al PalaRoma, con un gol ad inizio ripresa di Cianciarulo: la squadra di Pomposelli, così, esce dalla zona pericolosa della classifica scavalcando la Woman Napoli, mentre le biancazzurre di Francesca Salvatore devono accontentarsi del quarto posto. Al To Live, invece, alla Virtus Roma non basta Cavariani: le giallorosse cedono 3-1 nel big match di giornata e rimangono così in quinta piazza; a lanciare le umbre è Amparo con una tripletta. Le capitoline, in questo modo, subiscono anche l’aggancio da parte dell’Aranova Ceprano, vittorioso per 5-4 in casa sul Città di Pescara, penultimo: Lucarelli, Carta, Ceccavicchi e doppia Vellucci regalano i tre punti alle ciociare, con le pescaresi che non riescono nella rimonta, lanciata dal bis di Olivieri e dai gol di De Angelis e Iannucci. Infine, tre punti pesanti in chiave salvezza per la Nuova Focus Foggia che sbanca il campo del Real Sorrento fanalino di coda per 8-2: Mazzaro porta in vantaggio le ospiti che subiscono il pari di Provenzano prima di involarsi sul 5-1 dell’intervallo con doppia Caputo, Soldano e ancora Mazzaro; nella ripresa Garruti, di nuovo Soldano e Porcelli chiudono i conti, mentre l’altra rete delle campane è di Granata.

GIRONE C: Turno transitorio doveva essere e turno transitorio è stato: non cambia niente in testa alla classifica, con la vittoria delle prime cinque. Continua a volare il Real Statte, che raccoglie il dodicesimo successo in altrettante partite e mantiene così la vetta e i tre punti di vantaggio sull’Ita Fergi Matera che, con la vittoria di ieri per 4-3 in casa del Five Molfetta, l’aveva momentaneamente agganciato. La squadra di Marzella espugna per 9-2 il campo del Vittoria grazie alla doppietta di Moroni, ma soprattutto al settebello di Dalla Villa; Primavera e Recupero timbrano per le padrone di casa. Le lucane in seconda piazza, invece, ringraziano Quarta, Campanile e De Vita (doppietta per lei) pe ril successo esterno in terra pugliese, che permette loro di mantenere il gap di vantaggio sulla Pro Reggina. Vincono infatti anche le campionesse d’Italia, che espugnano per 6-1 il campo del Martina in virtù del tris di Siclari, della doppietta di Presto e del gol di Politi, a fronte della rete della bandiera di Mazzilli. Risponde, a distanza, anche la Jordan Aufugum quarta della classe: successo tennistico anche per le cosentine che liquidano in trasferta per 6-3 il fanalino di coda Cus Potenza al quale non bastano le reti siglate da Napolillo, Gresia e Gerardi: le doppiette di Bennardo e Romola e i gol di Mirafiore e Loiacono premiano infatti le ospiti. In quinta piazza, invece, c’è il Parrocchia Ganzirri che si impone sul campo della Nuova Atletico Giovinazzo grazie al gol di Famà giunto a 34’’ dalla sirena, per il definitivo 1-0 che permette alle siciliane di allungare sul Cus Palermo, fermato sull’1-1 in trasferta dallo Sporting Locri: è Minciullo a raggiungere le isolane, in vantaggio con Viscuso.
Questo articolo è stato letto 700 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica