La Stone Five concede il bis col Città di Taranto: vittoria e qualificazione

Venerdì, 26 Ottobre 2012

Le martinesi passano anche in trasferta per 2-3, doppietta di Laneve e gol di Calabrese, accedendo alla fase a gironi della Coppa Puglia. Per le rossoblù gli illusori centri sono di Novellino e Galiano.

La Stone Five Martina vince a Taranto e accede al girone al tre della Coppa Puglia. Le martinesi passano in riva allo Jonio per 2-3 al termine di una partita combattuta ed equilibrata. A decidere l’incontro è una doppietta di Laneve e il sigillo di Calabrese, mentre per le padroni di casa vanno a segno Novellino e Galiano. In virtù del 6-5 maturato all’andata, quindi, passano le ragazze di Abbracciavento che accedono ai gironi di qualificazione per la semifinale di Coppa Puglia.

LANEVE ROMPE GLI EQUILIBRI Al primo minuto è subito la Stone Five ad essere pericolosa, con il duo Calabrese-Carrieri che si divorano una limpida occasione da gol a tu per tu con l’estremo difensore di casa. Il tiro è di Carrieri, a lato. Tuttavia la reazione del Città di Taranto non si fa attendere, perché Guarini al terzo si fa notare con una bomba dalla distanza, sfera alta sulla traversa sotto lo sguardo attento di Eletti. Le padroni di casa giocano meglio e creano di più rispetto alle martinesi. Lo attestano le conclusioni di Galiano e ancora Guarini, ma l’ex Statte Eletti è un muro invalicabile e dice no. Al quattordicesimo la Stone Five rompe il buon ritmo delle locali con un tentativo su calcio di punizione battuto da Calabrese, palla in corner. Un minuto dopo martinesi ancora pericolose con la propositiva Carrieri, ma la pivot amaranto è imprecisa a tu per tu. Ma sono le prove generali del gol che arriva grazie ad una puntata decisiva di Laneve da distanza ravvicinata, il cronometro segna il ventesimo minuto. Le locali reagiscono in maniera veemente, ma Eletti si supera sulle conclusioni della scatenata Guarini. E quando la prima frazione di gioco sembra concludersi sullo 0-1, le rossoblù trovano il pari con un guizzo decisivo della new-entry Novellino: volata solitaria contro Eletti e preciso destro in corsa che si spegne nell’angolino basso. Con questo risultato, l’insufficiente Carmen Simone di Casarano, manda tutte negli spogliatoi.

SORPASSO CALABRESE Nel secondo tempo ti aspetti l’entusiasmo da rimonta del Città di Taranto, ma invece al trentatreesimo Calabrese fredda Linzalone con un gol di grande scaltrezza, indirizzando la sfera con un destro in caduta che si infila lemme lemme. A questo punto la rimonta di casa si complica, ma le ragazze di Liotino ci credono e con Galiano, al quarantesimo, testano ancora i riflessi di una sempre pronta Eletti. Passano i minuti e, con la qualificazione sempre più vicina, la Stone Five centellina al meglio le energia in vista dell’esordio in campionato di domenica. Tra le fila tarantine, però, la grinta non manca. Ma non mancano neanche le decisioni alquanto dubbie della signora Simone di Casarano, che troppe volte decide di vestirsi da protagonista del match. A pochi minuti dalla fine, infatti, il fischietto leccese allontana ingiustamente Calabrese: la veterana martinese, già ammonita in precedenza, non è d’accordo sulla concessione di un calcio di punizione rossoblù e si vede mostrare il secondo giallo che vuol dire espulsione. Il provvedimento disciplinare scuote le locali che colgono anche una fragorosa traversa interna con Guarini, ma nel primo dei quattro minuti di recupero le padroni di casa pareggiano i conti con Galiano. Glaciale reazione della Stone Five, brava a non innervosirsi e a non cedere ulteriormente il fianco alla manovra tarentina. Ed ecco che a due giri di lancette dal termine, Laneve mette il sigillo definitivo su partita e qualificazione, siglando la sua personalissima doppietta dai tanti significati. Il Città di Taranto, intanto, pareggia il conto delle espulsioni con l’allontanamento del tecnico Liotino, probabilmente reo di qualche parola di troppo alla fin troppo fiscale Simone di Casarano. Ma alla fine è la Stone Five che avanza in Coppa Puglia, il verdetto del campo è questo.

TABELLINI

Gara di ritorno primo turno di Coppa Puglia

Città di Taranto – Stone Five Martina 2-3 (1-1)

Città di Taranto: Linzalone, Nitti, Buonsanti, Depane, Ferrando, Lazzaro, Nicla, Sportelli, Guarini, Antonaci, Galiano, Novellino. Allenatore: Vito Liotino

Stone Five Martina: Sumerano, Laneve, Calabrese, Iudici, Ruggieri, Novembre, Mele, Iurlaro, Di Gioia, Carrieri, Zingarelli, Eletti. Allenatore: Giuseppe Abbracciavento

Arbitro: Carmen Simone di Casarano

Marcatrici: 20°Laneve, 30°pt Novellino (T), 33°Calabrese, 61°Galiano (T), 62°Laneve

Angoli: 8-7

Ammonite: Eletti, Depane

Espulse: Calabrese (50°) per doppia ammonizione, Liotino, all.Città di Taranto (62°) per proteste.

SALA STAMPA

«Soddisfatto per il risultato, ma dobbiamo lavorare in zona gol»

Il tecnico martinese Giuseppe Abbracciavento analizza il 2-3 di Taranto: «Come al solito ci piace complicarci la vita, ma abbiamo trovato una buona squadra».

E’ ovviamente soddisfatto Giuseppe Abbracciavento, tecnico della Stone Five Martina, dopo il 2-3 di Taranto che è valso il passaggio del turno in Coppa Puglia: «Abbiamo giocato contro un buon Città di Taranto, è un organico che è cresciuto molto. Giocavano in casa e volevano vincere, la partita è stata difficile e dura. Noi abbiamo sbagliato parecchio – continua Abbracciavento - già nel primo tempo potevamo chiudere la partita, ma ci piace complicarci la vita. Nessuno voleva perdere ed entrambe le squadre l’hanno dimostrato, disputando una buona partita. Dobbiamo lavorare molto in zona gol, ma per ora ci godiamo il passaggio del turno pensando già all’esordio in campionato col Free Style».

Questo articolo è stato letto 507 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica