Disfatta Focus a Roma (1-7) con la Virtus

Domenica, 14 Ottobre 2012

Rossonere prive di idee e surclassate in lungo ed in largo dalle avversarie. L’unica rete foggiana porta la firma di Renata Caputo tra le migliori in campo unitamente a Soldano e Maione.


Dopo la sofferta vittoria casalinga ai danni del Real Sorrento di sette giorni fa in casa Focus si guardava con ottimismo alla sfida di questo pomeriggio alla Virtus Roma, squadra sicuramente più forte dei campani, soprattutto per dare continuità ai risultati ma anche per cercare conferme ai miglioramenti sotto il profilo tecnico tattico.

Il risultato finale di 1-7, troppo pesante per le rossonere, richiederà sicuramente un attimo di riflessione in seno al gruppo alla ripresa degli allenamenti di martedì in vista del prossimo arduo confronto al titolato Montesilvano. Bisognerà ricomporre i cocci in fretta, lavorare sodo e raggiungere al più presto una condizione ottimale a livello di singole calcettiste.

La gara di oggi era cominciata con il piglio giusto per le foggiane che nei primi cinque minuti di gara impensierivano non poco il portiere romano. Ma quando sembrava che la cose in campo potessero andare per il verso giusto tra il 6’ ed il 7’ del primo due un uno-due micidiale delle ragazze di casa tramortiva le rossonere. Dapprima andava in rete Astegiano e dopo un minuto una sfortunata autorete della Mazzaro metteva in salita la gara delle ragazze del tecnico Fabio Longo. Il primo tempo si chiuderà con la Focus sotto di due reti con una condotta di gara farcita da diversi errori e da qualche sporadica azione sotto porta delle romane ma senza impensierire più di tanto le giallorosse.

Nella ripresa ci si aspetta una Focus diversa vogliosa di riscattare la scialba prova della prima frazione di gioco. Ma dopo appena 15’’ dalla ripresa delle ostilità arriva il terzo gol della Scardicchio che spezza le gambe definitivamente alle rossonere. Da questo momento in campo ci saranno solo le padrone di casa con la Focus mai pericolosa. Al 6’ ed all’8’ della ripresa la doppietta della Segarelli chiude definitivamente la gara. Con un passivo di cinque reti le foggiane cercano di limitare i danni magari realizzando anche qualche gol. Ci riesce la Caputo che al 15’ realizza in tiro libero ma dopo pochi minuti ne sbaglia un altro mandando in fumo la possibilità di accorciare le distanze. Nelle battute finali poi il risultato finale delle romane prenderà una piega diversa con le altre due reti di Scardicchio e Pasquali a 35 secondi dal termine.

Una gara da dimenticare in fretta per Porcelli e compagne con la consapevolezza che oggi cè poco da salvare ma tanto da lavorare.

A fine gara Mister Longo, visibilmente deluso, dichiarava: “ Abbiamo avuto un approccio positivo alla gara nei primi cinque minuti poi abbiamo regalato due reti per demerito nostro. Ma tutto sommato prima frazione di gioco discreta. Nella ripresa quel gol fortuito subìto dopo appena 15 secondi ci ha tagliato le gambe e favorito il nostro black out. Sono deluso e preoccupato sia dal risultato ma maggiormente dalla prestazione. In settimana dovrò capire cosa c’è che non va e valutare dove intervenire. Sicuramente c’è da lavorare sodo perché domenica giocheremo contro una signora squadra, il Montesilvano, e dovremo essere in grado di ben figurare “.


Tiziano Errichiello – Ufficio Stampa Asd Nuova Focus Foggia

Questo articolo è stato letto 471 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica