L'opinione di: Futsal Marche

Giovedý, 28 Luglio 2011

Arriva dal portale FutsalMarche.it la prima vera ed attendibile ipotesi circa la composizione dei gironi dei Campionati Nazionali per la Stagione 2011/12: uno studio attento e scrupoloso, il più vicino possibile alla realtà, capace di far luce su una situazione alquanto “buia”. In base a questa previsione i gironi di B delle pugliesi dovrebbero essere così composti:

Serie B Girone D

1 - Maran Terni
2 - Fratelli Cambise

3 - Scarabeo Venafro

4 - Maco L’Aquila

5 - Promoservice Cima Uno

6 - Adriatica Pescara

7 - Sporting Modugno

8 - Fuente Foggia

9 - Manfredonia

10 - Barletta

11 - Olimpiadi Bisceglie

12 - Real Molfetta

13 - Giovinazzo

14 - Real Dem Pecsara

Serie B girone F

1 - Virtus Monopoli
2 - Aiace Conversano

3 - Imagross Conversano

4 - Sporting Sala Consilina

5 - LC Five Martina Franca
6 - Odissea Rossano Calabro (RC)
7 - Frascella Matera

8 - Libertas Scanzano

9 - Avis Policoro

10 - Mirto C5 -CS

11 - Cadi Reggio Calabria

12 - Futsal Melito
13 - Fata Morgana
14 - Gran Mareluna Bagheria C5

Sentito per l’occasione il Titolare di FutsalMarche Michele Giorgi

Previsioni.
E' una iniziativa nata più per curiosità che per altro. Abbiamo raccolto informazioni sui vari siti e sfruttato la collaborazione col portale friulano Fattore Effe dell'amico Rosario Vuolo che saluto. La situazione che ne è scaturita è la seguente. In A2 ci sono 4 rinunce sicure e solo tre domande di ripescaggio accettate dalla Covisod. Si spera ora di trovare anche l'ultima squadra mancante e che il Belluno non complichi ulteriormente la situazione.. In B la situazione è molto più complessa. Tra rinunce, fusioni e squadre che verranno ripescate in A2 mancheranno tra le 17-18 società ma qui almeno le domande di ripescaggio sembrano poter coprire i buchi. Le tre pugliesi di A2 saranno nel Girone B che si completerà probabilmente con le sole laziali piuttosto che con un mix Abruzzo/Lazio. Mi risultano poi 12 pugliesi ai nastri di partenza della cadetteria nazionale, in virtù dei ripescaggi di Sammichele e Barletta, anche se non mi è chiara la situazione degli Azzurri Conversano. Le più a nord finiranno probabilmente con Abruzzo (3 squadre), Molise (2), Campania (2?), forse nel Lazio (col Latina se non dovesse rientrare nel girone F) o magari, a sorpresa, arriveranno nelle Marche dalle nostre Porto San Giorgio e Futsal Portos. Le restanti finiranno con Basilicata (3), Calabria (4) e Sicilia (1). Ma sono solo previsioni e ci saranno di certo altri sconvolgimenti.

TotoFutsal: da dove nasce?
Negli ultimi due anni non si è riusciti a completare tutti i gironi della Divisione e ciò ha portato alla situazione paradossale che per salire in B sia sufficiente fare domanda di ripescaggio. Se ogni anno un 15% delle squadre non si iscrive il problema è sicuramente economico. Il passo dalla C1 alla B è diventato ormai troppo ampio per tante regioni e per molte squadre la vittoria del campionato regionale diventa in breve tempo una condanna a morte. E questa è la cosa che mi preoccupa principalmente. Tale situazione di per sè già svaluta tutto il movimento più dei gironi incompleti. In questo momento in cui si fa difficoltà a trovare 126 squadre per completare gli organici sarebbe probabilmente utile diminuire i gironi anche a scapito di fare qualche chilometro in più. Magari si potrebbe rivedere anche il sistema delle promozioni. Promuovere direttamente in B una sola rappresentante di comitati come quello laziale, veneto o pugliese (per citare quelli che hanno più movimento) così come viene promossa una squadra di comitati che a stento allestiscono una Serie C2 non aiuta perché spesso queste ultime rinunciano mentre poi ci si ritrova con 4 laziali che chiedono il ripescaggio. Sarebbe da dare il giusto peso alle varie Regioni. Altra cosa è prevedere subito più promozioni sul campo quando si sa già in partenza che ci saranno dei ripescaggi per via dei gironi da 13. Così almeno si promuoverebbe qualcuno in più sul campo piuttosto che in banca. Resta comunque un bel problema di difficile risoluzione.

Futsal Italia 2011/12
Questi problemi ci saranno anche quest'anno perché i costi sono altissimi per una disciplina che ha scarse entrate. E qualcuno che fa il passo più lungo della gamba lo si trova sempre. Questi campionati si reggono ormai solo sulla disponibilità o meno di grosse sponsorizzazioni. Il fattore programmazione non esiste perché il giovane italiano non avrà mai spazio finché ci saranno 5-6 oriundi a decidere la partita. A questi livelli prima o poi si chiude bottega. Mi preoccuperei piuttosto di chi non è ancora in questa situazione. Per questo avrebbe senso, secondo me, non penalizzare una squadra che rinunci alla promozione in B, dopo aver vinto nella propria regione, se non si sente in grado di farla. Avremmo forse una squadra in più che sopravvive. Di sicuro questo non aiuterà a completare i gironi ma lo dico perchè, per quanto mi riguarda, la vera passione riesco a trovarla solo nei campionati regionali e provinciali. Lì si respira il vero futsal. Quello fatto di onesti sacrifici, spirito di gruppo, amicizia e attaccamento ai colori. E soprattutto c'è un legame vero tra chi va sugli spalti e chi va in campo.

La Coppa del Mondo e la cura FutsalMarche
Sinceramente amo e seguo pochissimo (penso si sia già capito) le gesta del futsal maggiore. Sono convinto che saremo comunque competitivi ma non credo per vincere. Il nostro vero livello lo scopriremo solo quando rinunceremo agli oriundi. Ma da tempo stiamo percorrendo un'altra strada. Anni fa la Nazionale ha puntato tutto sugli oriundi con l'intenzione, almeno credo, di spettacolarizzare il Futsal e renderlo così più appetibile ai media. Il messaggio recepito, ahimè, è stato invece: "Se vuoi vincere e farlo in fretta, affidati a quanti più oriundi possibile". Le colpe vanno condivise tra tutti i vari i livelli ed ora non resta che provare a riparare. Le cure della federazione sono più che altro rivolte al limitare sempre più l'impiego degli oriundi ma la strada è ancora lunga. Mi spiace deluderti ma non ho soluzioni concrete. Preferisco dedicare i miei sforzi alle oltre duecento società che appartengono al Comitato Regionale Marche. Da noi la scorsa stagione si è fatto un notevole passo indietro sul piano tecnico (in C1 c'era appena un brasiliano, peraltro portiere, che a momenti vinceva il campionato da solo) ma l'equilibrio generale che ne è scaturito ci ha regalato il campionato più indeciso ed appassionante da che io ricordi. Ed a noi va benissimo così.

Vi ringrazio per lo spazio che mi avete dedicato, vi faccio i complimenti per la bella vittoria al Torneo del Regioni di Fiuggi ed unisco sotto un unico saluto tutto lo staff ed ovviamente i lettori di FutsalMania. Chissà, forse ci si rivede in B....

Carlo De Sandoli
Responsabile Comunicazione FutsalMania

Questo articolo Ŕ stato letto 3027 volte.
Vai alla rubrica L'Intervistato Speciale »

Altri articoli in questa rubrica

Mercoledý, 19 Giugno 2013
Martedý, 21 Maggio 2013
Mercoledý, 1 Maggio 2013
Sabato, 27 Aprile 2013
Domenica, 17 Marzo 2013
Giovedý, 22 Novembre 2012