Uefa Futsal Cup

Lunedý, 26 Aprile 2010
Uefa Futsal Cup, da venerdì a Lisbona al via la Final Four. La Luparense sogna il titolo europeo...


L’Alter Ego Luparense è a Lisbona. I campioni d’Italia sono pronti per un’avventura storica per la società veneta di patron Stefano Zarattini e per tutto il movimento del calcio a cinque italiano. Venerdì 23 aprile sarà il primo giorno della Final Four della Uefa Futsal Cup, la più importante competizione europea che aprirà i battenti al Pavilhao Atlantico, lo splendido impianto che si affaccia sull’Oceano Atlantico della costa portoghese. Sarà il giorno delle semifinali. Con le migliori quattro formazioni del futsal continentale che si sfideranno in gare ad eliminazione diretta, dove ogni errore può risultare decisivo. Il sorteggio svolto lo scorso fine marzo a Nyon ha consegnato all’Alter Ego Luparense i padroni di casa del Benfica (ore 21,30). Prima di loro sarà la volta dei campioni in carica dell’Interviù di Madrid contro la sorpresa venuta dall’Est dell’Araz (ore 19,00).



Il momento in casa Luparense è delicato per la portata dell’impegno, sia tecnico che psicologico. L’impatto con la piazza non sarà facile considerata la spinta che il pubblico di Lisbona riserverà per i loro beniamini. Primo fra tutti a ricevere l’incitamento dei fans sarà senza dubbio la stella Ricardinho, talento cristallino e primo vero punto di forza del Benfica e della sua Nazionale. E’ pesata tantissimo infatti la sua assenza per il Portogallo nella finale al recente campionato europeo disputato in Ungheria e vinto dalla Spagna. Ma la compagine allenata da Sito Rivera, subentrato in corsa al connazionale Fede Vidal, ha carattere e personalità da vendere. Soprattutto nel suo roster dove fuoriclasse del calibro di Nuno e Vampeta potranno far la differenza in un match incandescente.



E’ la squadra peggiore che potesse capitarci – le parole della vigilia del presidente Stefano Zarattini - sappiamo che troveremo un ambiente caldo e ostile, ma questo non deve essere un alibi, anzi, per i giocatori dovrà essere una carica e una motivazione aggiuntiva”. I campioni d’Italia in questa stagione non sono ancora riusciti a ripetere i risultati eccezionali delle scorse stagione quando, con Jesus Velasco in panchina, arrivarono tre scudetti consecutivi oltre a due coppa Italia e altrettante supercoppa italiana. Dopo quattro anni di dominio la regular season è finita tra le mani della Marca Fustal, ma la concentrazione di Nuno e compagni non poteva non essere rivolta in gran parte a questo evento. Allo stesso modo i portoghesi non stanno vivendo un grande momento in campionato e ciò non può che essere comprensibile da ambo le parti. “Conosciamo bene il Benfica, lo abbiamo già affrontato due volte, e abbiamo sempre dimostrato di esserne all’altezza – ha continuato - dobbiamo affrontarli con la consapevolezza che il nostro destino dipende da noi stessi: abbiamo una rosa composta da giocatori con tanta esperienza internazionale alle spalle, quindi se giocheremo come sappiamo abbiamo tutti i mezzi per arrivare in finale. Non troveremo poi la pressione che abbiamo nel campionato italiano, dove tutti ci danno sempre per favoriti; lì saranno proprio i portoghesi ad essere obbligati a vincere, noi non avremo nulla da perdere. Speriamo solo di trovare degli arbitraggi all’altezza”.



COPERTURA TV. Rai Sport Più trasmetterà l’incontro Benfica-Alter Ego Luparense in differita alle 23,45 mentre su Eurosport 2 sarà possibile seguire l’intera manifestazione in diretta.


Si interrompe in semifinale l’avventura dell’Alter Ego Luparense nella UEFA Futsal Cup.

Prima italiana a qualificarsi per la Final Four, a Lisbona la squadra di Rivera è sconfitta 8-4 da un Benfica trascinato dal suo pubblico. Domenica saranno dunque i portoghesi a sfidare l’Interviú Madrid, che fatica per piegare gli azeri dell’Araz Naxçivan: il 5-2 conclusivo frutta alla squadra spagnola, campione in carica tre volte vincitrice del trofeo, la quinta finale nelle ultime sette edizioni.



Al Pavilhão Atlántico un errore di Weber propizia dopo 3 minuti il vantaggio del Benfica, firmato da Joel Queirós, ma il pareggio di Honorio è immediato. La squadra di Lima torna subito avanti con Ricardinho, il suo uomo simbolo, e Joel colpisce ancora al 13’. I campioni d’Italia riescono comunque ad andare all’intervallo con il passivo minimo grazie al guizzo di capitan Vampeta. L’uno-due dei padroni di casa a inizio ripresa, con la deviazione fortunosa di Arnaldo e il tap-in di Davi dopo una fantastica giocata di Ricardinho, condizionano però la gara. Rivera si affida a Muñoz portiere di movimento e dopo tre pali consecutivi arriva il gol della speranza di Baptistella. Ma è un fuoco di paglia. I gol di Ricardinho, Arnaldo e César Paulo, oltre all’autorete di Zé Maria, fissano il punteggio sull’8-4 finale.

Domenica Benfica e Interviú Madrid si contenderanno dunque il trofeo, mentre la Luparense affronterà nella finale per il terzo posto l'Araz.


BENFICA – ALTER EGO LUPARENSE 8-4 (p.t. 3-2)

BENFICA: Bébé, Pedro Costa, Arnaldo, Ricardinho, Joel Queirós, Zé Maria, Gonçalo Alves, Davi, César Paulo, Marinho, Rúben Simões, Zé Carlos All.: Lima
ALTER EGO LUPARENSE: Weber, Danieli, Muñoz, Honorio, Chilavert, Pellegrini, Barro, De Oliveira, Vampeta, Baptistella, Nuno, Putano All.: Rivera
MARCATORI: 3’ e 12’41’’ Joel Queirós (B), 3’50’’ Honorio (L), 4’12’’ Ricardinho (B), 13’34’’ Vampeta (L) del p.t.; 0’33’’ e 16’ Arnaldo (B), 2’39’ Davi (B), 15’06’’ Baptistella (L), 15’20’’ Ricardinho (L), 18’ César Paulo (B), 18’38’’ aut. Zé Maria (L) del s.t.
ARBITRI: Ivanov (Ucraina) e Sunjić (Croazia)


Uefa Futsal Cup - L'Alter Ego Luparense sconfitta dall'Araz e chiude al quarto posto la Final Four


L’Alter Ego Luparense si arrende ai calci di rigore e chiude al quarto posto la Final Four di Uefa Futsal Cup. Al Pavilhao Atlantico di Lisbona i campioni d’Italia dominano l’Araz per un tempo portandosi avanti 2 a 1. Nel secondo però non riescono a chiudere la partita e si fanno raggiungere nel finale da una staffilata di Thiago. Ai rigori è decisivo l’errore di Vampeta che si può consolare con la vittoria dela classifica marcatori dell’intera competizione europea.

Buon primo tempo. Nonostante un ottimo primo tempo ed un buon inizio di secondo i campioni d’Italia non riescono a raggiungere il podio continentale. La formazione di Sito Rivera è brava a reagire con personalità al vantaggio azero firmato da Borisov dopo tre minuti non subendo alcun contraccolpo psicologico. Il pareggio di Cesar Munoz è frutto di un’invenzione di Chilavert che pesca benissimo lo spagnolo sotto porta per un gol impossibile da sbagliare. Il possesso palla di Vampeta e compagni è imponente e trova i suoi frutti al 17’ con Baptistella bravo ad insaccare sull’assist preciso di Danieli.

Raggiunti nel finale. Nella seconda parte del match i veneti tengono bene il campo per diversi minuti andando vicino al gol prima con Vampeta a tu per tu con Tveryankin e poi con Honorio che sul conseguente calcio d’angolo colpisce il palo con un destro di prima intenzione. L’Araz resiste ed a metà ripresa prende coraggio con Petrov e Biro Jade in prima linea nella ricerca del pareggio. In un paio di occasioni è bravo Weber a sventare fino al 17’ quando la puntata ad incrociare di Thiago su assist di suola di Petrov si materializza nel 2 a 2. Nonostante ciò la Luparense trova anche il match ball che si abbatte però contro la dea bendata. Ad un minuto dalla fine infatti Vampeta supera Tveryankin con un tocco d’esterno ma trova il palo a respingere la sua conclusione. Si va ai rigori ed è lo stesso Vampeta, secondo a portarsi verso il dischetto per i campioni d’Italia, a farsi parare il destro. Gli azeri si dimostrano al contrario cecchini infallibili e non sbagliano un colpo.


ARAZ NAXÇIVAN-ALTER EGO LUPARENSE 7-6 dcr (2-2 i tempi regolamentari)

ARAZ NAXÇIVAN: Tveryankin, Thiago, Biro Jade, Felipe, Borisov, Sultanov, Dushkevich,Farajzade, Farzaliyev, Petrov, Salyanski All.: Alesio Da Silva
ALTER EGO LUPARENSE: Weber, Pellegrini, De Oliveira, Vampeta, Nuno, Danieli, Barro, Muñoz Calvo, Honorio, Baptistella, Chilavert, Putano All.: Rivera
MARCATORI: 3’37’’ Borisov (A), 6’44’’ Muñoz Calvo (L), 17’21’’ Baptistella (L) del p.t.; 16’33’’ Thiago (A) del s.t.
AMMONITI: Dushkevich (A), Muñoz Calvo (L)
ARBITRI: Kovacs (Ungheria) e Ivanov (Ucraina)

SEQUENZA RIGORI: Pellegrini (L) gol, Thiago (A) gol, Vampeta (L) sbagliato, Biro Jade (A) gol, Baptistella (L) gol, Farzaliyev (A) gol, Honorio (L) gol, Felipe (A) gol, Barro (L) gol, Borisov (A) gol



La finale

Il match clou appare sin dalle prime battute una sfida aperta. Il pubblico del Pavilhao Atlantico spinge forte alle spalle del Benfica che tuttavia vanno sotto infilati da una giocata di Marquinho. La reazione c’è ed è tutta nei piedi di Ricardinho e Joel Queiros con il primo che serve il pivot lusitano su punizione per il momentaneo 1 a 1. In apertura di ripresa sono i padroni di casa a mettere il muso avanti grazie ad Arnaldo che supera Luis Amado. I campioni in carica non ci stanno e trovano il pareggio al 4’ con il possente Betao. L’equilibrio si mantiene fino ai tempi supplementari quando Davi regala il sogno al Benfica.


INTERVIÚ MADRID-BENFICA 2-3 dts (pt 1-1)

INTERVIÚ MADRID: Amado, Neto, Gabriel, Schumacher, Betão, Marquinho, Torras, Juanra, Borja, Ortiz, Daniel, Alberto All.: Candelas
BENFICA: Bébé, Pedro Costa, Arnaldo, Ricardinho, Joel Queirós, Zé Maria, Gonçalo Alves, Davi, César Paulo, Marinho, Rúben Simões, Zé Carlos All.: Lima
MARCATORI: 7’07” Marquinho (I), 11’29” Joel Queiros (B) del p.t.; 1’31” Arnaldo (B), 4’10” Betao (I) del s.t.; 2’50” Davi (B) del p.t.s.
AMMONITI: Betao (I), Cesar Paulo (Benfica), Torras
ARBITRI: Sunjic (Croazia) e Henych (Repubblica Ceca)







UEFA FUTSAL CUP - FINAL FOUR
(23-25 APRILE - Pavilhão Atlântico, Lisbona)


SEMIFINALI - 23 aprile
INTERVIU' MADRID-ARAZ NAXCIVAN 5-2
ALTER EGO LUPARENSE-BENFICA 4-8

FINALI - 25 aprile
3/4 posto ALTER EGO LUPARENSE - ARAZ NAXCIVAN 6-7 dcr
1/2 posto INTERVIU' MADRID - BENFICA 2-3 dts




ALBO D'ORO UEFA FUTSAL CUP


2001/02 Castellon 2002/03 Castellon 2003/04 Interviù Madrid 2004/05 Charleroi 2005/06 Interviù Madrid 2006/07 Dinamo Mosca 2007/08 Ekaterimburg 2008/09 Interviù Madrid 2009/10 BENFICA



REGOLAMENTO


La fase finale si disputa nell'arco di un weekend in aprile e viene ospitata da una delle partecipanti. Il torneo si gioca tutto su eliminazione diretta: semifinali e due giorni dopo finali per terzo e primo posto. Se la finale per il terzo posto finirà in parità al termine dei 40 minuti regolamentari si andrà direttamente ai rigori, mentre nelle altre gare si disputeranno due tempi supplementari da cinque minuti.



www.divisionecalcioa5.it
Questo articolo Ŕ stato letto 1321 volte.
Vai alla rubrica News & Comunicati »

Altri articoli in questa rubrica

Venerdý, 27 Novembre 2015
Giovedý, 26 Novembre 2015
Giovedý, 22 Agosto 2013
Venerdý, 9 Agosto 2013
Giovedý, 8 Agosto 2013
Giovedý, 18 Luglio 2013