La Corim vince Ŕ 'riprende' il Copertino.

Mercoledý, 25 Gennaio 2017
La Città di Taranto domenica scorsa, ha potuto brindare nuovamente alla prima piazza del girone B, in virtù, più che della schiacciante vittoria contro le cugine della Futura Martina per 7-2 sul piccolo gommato del Belle Vue, per opera della importante vittoria della Sirio Taviano contro il Copertino per 7-5. Un Taranto che nonostante il 'traumatico' cambio di rettangolo di gioco che le vede ormai giocare in casa non più all'elegante e bellissimo PalaMazzola, riesce a dominare la gara sin dal fischio d'inizio, chiudendo addirittura sul 6-0 i primi 30 minuti. Con questo risultato la squadra rossoblù raggiunge la vetta e affianca, con 21 punti, la capolista Copertino. Nonostante le assenze di Lacalaprice, Di Gioia, D'Arconso e l'ultima arrivata Blasi, ci hanno pensato la tripletta di D'Amico, la doppietta di Giliberto, Caramia e Stante a smantellare la solita e insistente tattica difensiva delle biancoclesti martinesi.
Queste le parole a fine gara di Mister Liotino : “Una buona prestazione da parte di tutte, queste sono gare che permettono una continua rotazione nei cambi, certo chiudere il primo tempo sul 6-0 a favore non e’ da tutti i giorni, ma il merito è delle nostre ragazze che credono del lavoro svolto allenamento dopo allenamento. Sono felice nel vedere ragazze giovanissime fare sempre più la differenza sul campo accompagnate dall’esperienza di chi ha calcato i campi della serie A.
Potrei trovare mille belle parole dopo la vittoria, ma comunque c'è tanto da lavorare e migliorare. Siamo in condominio a 21 punti in classifica con il Copertino, loro primi per aver vinto lo scontro diretto, ma per ora siamo lì, il futuro lo conosceremo nelle prossime domeniche con risultati alla mano.” Intanto un altro tipo di impegno per le ragazze della Corim che hanno incontrato questa settimana i ragazzi dell'Istituto Sportivo Plateja per parlare della realtà del calcio a 5 femminile e per iniziare una nuova collaborazione e instaurare nuovi legami volti a migliorare il rapporto con lo sport e far conoscere la società."
Questo articolo Ŕ stato letto 336 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica