Gran bell'Atletic. Melpignano KO!

Mercoledý, 16 Novembre 2016
E' un Atletic Taranto 'rinnovato' rispetto quello della passata stagione. Pimpante in molti tratti di gara e fisicamente più convinto dei propri mezzi. Quella contro il Melpignano reduce da una consistente vittoria contro la Futura Martina sette giorni prima per 8-3, composta da un buon numero di ex proprio della squadra tarantina, oltre ad una vittoria contro Sirio in coppa, risultava sulla carta una gara insidiosa e con un grosso punto interrogativo. E pur vero che anche l'Atletic aveva già battuto per due volte negli ottavi di coppa la stessa Futura Martina, ma l'incognita resta. Niente dubbi ne mezze misure. Le rossoblù giocano una gara concentrata, intensa e vogliosa, con buone trame soprattutto nella prima frazione facendo divertire le decine di tifosi accorsi al 'Belle Vue' (alcuni di sesso maschile esageratamente volgari e poco edificanti per loro stessi innanzitutto, nei confronti del giudice di gara). Tant'è che mi rammarica davvero il non averla potuta registrare causa inompatibilità della struttura.
Tutte quante le tarantine hanno meritato almeno il 7 in pagella. Sorprende la vivacità di Conte che sigla il gol del vantaggio seguito dal raddoppio di Lazzaro che si fa trovare pronta sul secondo palo. Melpignano che nel primo tempo crea davvero pochissimo rispetto alle padrone di casa che avrebbero tranquillamente potuto chiudere la prima frazione 4-5 a 0.
Nella ripresa è Sara Sportelli a realizzare la rete del 3 a 0, la quale per l'esultanza si batte più volte il pugno sul petto, fratturandosi due costole. Dopo di che in un minuto si passa dal 4-0 frutto ad un bolide terra aria di Francesca Conte che sbatte così violentemente nell'interno set che esce come saetta tanto da non rendere visibile all'arbitro l'accaduto (in quel momento si spostava da un lato all'altro del campo di gioco), ad un calcio di rigore per le salentine che accorciano le distanze a dieci minuti dal termine. 3-1.
Ma è Gallina (che continua troppo spesso a cadere culo a terra troppo simulativamente) qualche minuto più tardi a siglare il gol della tranquillità con un destro da fuori, chiudendo i conti di una gara che regala i primi tre punti in campionato alle ragazze di mister Rambaldi: “ Abbiamo giocato la nostra prima gara di campionato – attacca Rambaldi- contro una formazione che non conoscevamo e che nella prima giornata aveva vinto nettamente il suo incontro, quindi c’era qualche incognita. Quello che ho notato è che le mie ragazze hanno capito perfettamente ciò che devono fare in campo e soprattutto che sanno farlo per bene, si divertono giocando, sono contento. Ora c’è l’impegno di coppa , incontreremo una squadra completa con ragazze di esperienza e di valore tecnico, dal canto nostro scenderemo in campo, come sempre, per dimostrare le nostre qualità e per crescere sempre più?
C'è da dire comunque che oltre alla presenza di Galiano che sembra dare più stabiltà all'assetto tattico dela squadra di mister Rambaldi, domenica non era ancora disponibile l'ex Liotiniana, Valentina Guarini che certamente darà una grossa mano a questo suo nuovo gruppo.
Questa sera per l'Atletic gara di andata dei quarti di finale di Coppa Italia Puglia contro la Città di Taranto. Il derbissimo al PalaMazzola ore 21.30.
Forti emozioni di certo.
Questo articolo Ŕ stato letto 484 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica