MVP - Gabriel Lima

Mercoledý, 10 Aprile 2013

MVP – Gabriel Lima


M.V.P. acronimo di Most Valuable Player – letteralmente “Giocatore di maggior valore” – è la nuova rubrica di
FutsalMania interamente dedicata alla Serie A 2012/13. L’idea di Carlo De Sandoli prende spunto dal nuovo progetto FantaFutsal, il primo “fantagioco” dedicato al Futsal Italiano. Ogni M.V.P. sarà deciso al termine della giornata di riferimento in collaborazione con Cristina Battista, responsabile di www.fantafutsal.it.



IDENTIKIT

Nome: Gabriel
Cognome: Lima
Soprannome: Liminha
Età: 25
Luogo di Nascita: Sao Paulo – Brasile
Hobby: Internet, Cinema, Viaggiare
Musica: Samba, Black Music
Piatto preferito: Lasagna
Sogno nel cassetto: Vincere un Mondiale




PRIMI PASSI
Ho cominciato a giocare all’età di 3 anni. Agonisticamente a 10 anni. I miei genitori mi hanno sempre appoggiato: sono da sempre i miei primi tifosi, mi seguivano dappertutto, ma guai se mollavo gli studi. Le cose non sono molto cambiate da quando ero un bambino. Sono sempre stato molto competitivo e non mi è mai piaciuto perdere. La cosa che è piu cambiata è che abito lontanissimo dai miei parenti e amici. Non ho mai programmato di diventare un giocatore. Le cose sono andate naturalmente. Abbinavo lo sport alla scuola ed ero tranquillo.


CARRIERA
Sono arrivato in Italia, ad Aosta nel 2004. Abbiamo conquistato due secondi posti in Under 18 e uno Scudetto con l’Under 21. Nell’estate 2005 ho fatto il mio esordio con la nazionale Under 21 a Conversano. Con la Nazionale Under 21 abbiamo perso l’Europeo in finale ai tempi supplementari contro la Russia. Non mi ricordo la mia prima partita con la prima squadra ma sicuramente è stata una partita di Serie B con l’Aosta. In carriera finora ho vinto due Coppa Italia (2009 Arzignano e 2012 Asti). La partita piu bella contro il Portogallo ai quarti di finale del Mondiale 2012 in Thailandia. La piu brutta credo la finale di Supercoppa nel 2012. Il gol piu bello ad Augusta con l’Arzignano nella stagione 2008/09. Quello piu importante sempre contro il Portogallo ai Mondiali.


MAGIC MOMENT
Ricevere questi “premi” danno piacere personale ma non si possono neanche da lontano paragonarsi ai titoli vinti insieme alla squadra. I trofei rimangono nella storia. Non credo molto nella fortuna. La fortuna va sempre a chi lavora molto e bene. Se tu credi di essere sfortunato, cerca di lavorare un po’ di piu. Secondo, non credo sia un magic moment per me visto che ho ancora l’amaro in bocca per la varicella che mi è venuta nella settimana della Coppa Italia e per questo non ho potuto giocarla. I miei obiettivi personali coincidono con quelli della squadra, cioè vincere lo Scudetto e qualificarci per la Champions League della prossima stagione. Non prometto nessun gol ma tanto impegno.


LIFESTYLE
Sono molto tranquillo e mi piace stare a casa. Normalmente mi sveglio alle 8.00, porto mia moglie al lavoro e vado all’allenamento. Torno a casa a mangiare, un po di riposo e di nuovo all’allenamento. Di sera sto a casa e vado quasi sempre a dormire presto. Nel tempo libero guardo tanti sport in televisione, mi piaciono tantissimo i film e parlo con la mia famiglia che sta in Brasile.


FANTAFUTSAL
I migliori 5 della Serie A sono i 5 dell’Asti che vanno in campo.



Carlo De Sandoli
Responsabile Comunicazione
FutsalMania.it

Questo articolo Ŕ stato letto 1418 volte.

Galleria immagini

Vai alla rubrica M.V.P. »

Altri articoli in questa rubrica

Mercoledý, 15 Maggio 2013
Venerdý, 19 Aprile 2013
Giovedý, 7 Marzo 2013
Martedý, 5 Marzo 2013
Martedý, 5 Marzo 2013
Mercoledý, 13 Febbraio 2013