Il Conversano 'Trotta' e vince a Modugno, ma non passa...

Venerdý, 25 Novembre 2016
Mercoledi sera, sul nuovo gommato di Modugno, il Conversano si presenta dinanzi alle quotatissime rossobianche con la faccia tosta di chi sa che può vender dura la pelle giocandosela per 60 minuti su tutte le palle. C'era da ribaltare un 4-2 per alcuni versi quasi impossibile, anche perchè difronte c'è la squadra della serie C pugliese con l'attaco più prolifico della stagione, nonostante rispetto la scorsa annata ci siano 3-4 elementi mancanti come Tricarico e Anaclerio (approdati in serie A elle fila del Martina).Un Modugno che all'andata infilo Nardelli per 4 volte nei soli 30 minuti della prima frazione. Ma dal primo minuto del secondo in poi, la palla non entrò più. E non è entrata più per altri due tempi ancora, cioè quelli giocati l'altra sera, in cui le ragazze di Bufano hanno dovuto non solo restare a secco, ma oltremodo difendere a denti stretti il doppio vantaggio anche al termine quando in superiorità numerica, ha rischiato di dover giocare i supplementari.
L'impresa non è di quelle semplici: le ragazze di mister Berardi, per raggiungere quanto meno i supplementari, hanno bisogno di vincere con 2 gol di scarto, ma devono fare i conti con le assenze di Corriero, Trovisi e Lafortezza
Sportelli & co partono forte, imbrigliano il Modugno e arrivano costantemente dalle parti dell'estremo del Modugno (decisiva la sua prestazione ai fini del risultato) sprecando palle gol in successione con Pansini, Trotta, Pinto e lo stesso capitan Sportelli. Il Modugno perde Lavopa per infortunio, che segna ancor più un inizio gara delle padrone di casa in forte sotto tono. Al 13' minuto il Conversano passa in vantaggio con un potente diagonale di Trotta.
Il Modugno accusa il colpo e rischia più volte di capitolare sotto i colpi avversari, cercando di controbattere all'euforia offensiva ospite. Ancora Trotta si libera bene al tiro e colpisce il palo con Mercurio ormai battuto. Dall'altra parte Nardelli non vuole essere da meno alla sua collega e si fa trovare sempre quando il Modugno riesce a mettere la testa fuori dalla sua metà campo. Si va al riposo sull'1-0.
Nel secondo tempo il Conversano continua con i ritmi altissimi alla ricerca del gol che ristabilirebbe la parità sul doppio confronto, con Mercurio che continua a fare eccellentemente il suo dovere. A 2 minuti dal termine, Trotta rimedia il secondo giallo e il Conversano in inferiorità numerica, recupera palla e ripartendo con Pinto che viene ipnotizzata da Mercurio e poi addirittura non concretizzando una ripartenza 3 contro 1. Nulla da fare il 2-0 non arriva ed il Modugno accede in semifinale in virtù del risultato dell'andata.
Conversano esce da questo doppio confronto con qualche rimpianto e tante certezze sulle quali ripartire.
Mister Berardi: "Onore al Modugno che ha meritato il passaggio del turno nell'arco delle 2 partite, ma complimenti alle mie che stasera hanno disputato una partita fantastica"
Rossana Pinto: "Avevamo voglia di riscatto dopo la sconfitta in coppa nella partita di andata. Stasera abbiamo meritato la vittoria, peccato non essere riuscite a superare il turno, troppe le occasioni sprecate, ma abbiamo dimostrato che se vogliamo possiamo essere un avversario temibile. Mi piace pensare agli obiettivi partita dopo partita, con l'idea che ogni gara è una battaglia e noi dobbiamo continuare a lottare per vincere la guerra. Un match quello contro il Modugno che ci ha aiutato a prendere consapevolezza dei nostri mezzi, utile per costruire giorno dopo giorno, con umiltà, costanza, sacrificio e determinazione qualcosa di grandioso.
Per il Modugno e il presidente Sifanno a commentare la gara: "una partita non da Modugno, in cui le ragazze non sono quasi mai entrate in partita. Nel complesso una di quelle gare che se continui a giocarle per altri 60 minuti non le addrizzi più e allora buon per noi che nonostante la sconfitta siamo riusciti ad accedere in semifinale in virtù del risultato dell'andata. Abbiamo incontrato un Conversano davvero convinto e meritevole della vittoria, che ci ha creduto sino alla fine. Purtroppo però abbiamo perso per infortunio LaVopa che speriamo non risulti infortunata a tal punto che resti lontano troppo tempo. Comunque sia per noi resta il primo obiettivo quello di provare a vincere la Coppa Italia Puglia. Ci prepariamo alla semifinale contro lo Sparta che siamo convinti venderà cara la pelle."
Questo articolo Ŕ stato letto 323 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica