Il bilancio di fine Stagione di Tony Marzella

Mercoledý, 29 Maggio 2013

“REGALATO EMOZIONI IN TUTTE LE NOSTRE ATTIVITA’. GRAZIE A TUTTI ORA RICARICHIAMO LE BATTERIE PER IL PROSSIMO ANNO”

Chiusura della stagione e programmazione per il futuro che verrà. L’Italcave Real Statte saluta questa annata sportiva che l’ha vista per l’ennesimo anno ai vertici del futsal italiano. Certo è mancata la ciliegina sulla torta in coppa Italia e in finale scudetto ma esserci ancora una volta fino all’atto conclusivo delle manifestazioni nazionali rafforza quel progetto Statte che conosce continuità da quasi un ventennio. Tocca a Tony Marzella fare il punto della situazione quando ormai la stagione volge alla chiusura in vista anche di un periodo di pausa dall’attività agonistica ufficiale ma che servirà a preparare al meglio la prossima stagione. “Sicuramente c’è l’amaro in bocca per non aver alzato l’undicesimo titolo nazionale – spiega il tecnico ionico – ma al tempo stesso la consapevolezza che noi ci siamo e continuiamo ad arrivare fino in fondo. Sono tantissime le società, infatti, che investono tanto e sperano di arrivare all’atto conclusivo delle finali nazionali. Essere presenti significa che dietro c’è stato lavoro, passione, sacrificio, umiltà, professionalità. Aspetti che costituiscono da sempre quello stile che il Real Statte ha costruito nel corso degli anni”.


Tornando alla finale scudetto Marzella si complimenta con “le ragazze dell’Az e Pierpaolo Iodice che sul campo hanno meritato il tricolore. Un plauso a loro ma soprattutto alle mie ragazze, uniche, dotate di qualità tecnico-tattiche elevate ma soprattutto di umiltà e spirito di sacrificio che hanno fatto della maglia dell’Italcave Real Statte la loro seconda pelle. Nonostante abbiano vinto tutto quello che c’era da vincere continuano a scendere in campo soltanto per pura passione. Un grazie anche allo staff tecnico e dirigenziale, senza dimenticare quello dell’informazione e medico. Il mio pensiero, quindi, va a Giuseppe Marzella, Giuseppe D’Onghia, Angelo Axo, Francesco Friuli, Nunzio Caforio, Enzo Marzella, Vito Mola, i medici Adeo Ostillio e Michele Genga. Mi scuso se ho dimenticato qualcuno, a loro va davvero un grazie sincero per quanto fatto in tutti questi mesi. Un grosso ringraziamento va a tutti gli sponsor e soprattutto al nostro main sponsor Italcave che ci permette di poter giocare dei campionati di vertice, nonostante le varie modifiche come la Serie A che da due anni a questa parte è una realtà della Divisione Calcio a 5. Un grazie per credere anche al progetto giovanili, vedi la vittoria nel campionato provinciale Uisp, la scuola calcio, il progetto nelle scuole elementari che vede impegnata la nostra società. Tutte queste componenti rendono l’Italcave Real Statte una grande e longeva famiglia. E quando si parla di grande famiglia si parla di professionalità in primis e condivisione dei momenti belli e meno belli. Aspetti che sono apprezzati dai tantissimi tifosi al seguito, centinaia in casa e trasferta, che sostengono con la loro presenza il progetto della nostra società. Un caloroso grazie va anche a loro. L’Italcave Real Statte è qui, non una meteora. Una società sana, solida e costante sia dentro sia fuori dal campo. Infatti – prosegue Marzella – al termine delle gare vederci tributati tantissimi applausi e attestati di stima significa che facciamo bene in campo e soprattutto fuori dal terreno di gioco. I tanti apprezzamenti ricevuti sono la giusta conferma che bisogna saper vincere ma anche accettare con stile le sconfitte. E posso dire a testa alta che l’Italcave Real Statte ha uno stile che viene apprezzato soprattutto da quelle società storiche che hanno caratteristiche simili al nostro sodalizio”.


Da parte del trainer stattese c’è anche il ringraziamento agli organi di informazione. “Le testate nazionali e quelle locali che fanno in maniera rigorosa, rispettosa ed educata il proprio lavoro sono da lodare perché il futsal in rosa è in ascesa e come tale il lavoro alle spalle della stampa è importantissimo. Ben vengano, quindi, attenzione, critiche e lodi. Anche qui, come nel caso precedente, serve isolare chi vuol trasformare il calcio a 5 in ‘campo di battaglia’ ma lavorare al fine di migliorarci e migliorare tutti insieme”.


Ma l’annata sportiva che va per concludersi merita comunque un focus importante. “A livello di prima squadra non dobbiamo dimenticare che siamo giunti davanti a tutti nel nostro raggruppamento perdendo solo una gara, a Reggio Calabria, sulle 22 giocate in regular season. Da sottolineare il percorso in coppa Italia: abbiamo battuto lo Sporteam United e la stessa Az Chieti. Ci siamo fermati a quel Sinnai che è arrivato in semifinale scudetto contro la squadra teatina. E nel corso dei playoff abbiamo battuto la Ternana e il Montesilvano in quattro gare ricche di emozioni, gol e spettacolo. Il percorso da ottobre a maggio è stato ricco di tanto sacrificio, è vero, ma le emozioni donate da queste magnifiche ragazze restano indelebili. Quindi un brave davvero ai nostri tre portieri, Margarito, Della Corte e Blasi, così come a tutte le giocatrici da capitan D’Ippolito a Convertino, Nicoletti, Dalla Villa, Pedace, Moroni, Dipierro, Bianco, Russo, Marangione e Castellano ”.


Non solo prima squadra: il lavoro a 360 gradi dell’Italcave Real Statte ha riguardato anche l’attività giovanile, dalla scuola calcio alla formazione Uisp passando per il progetto nelle scuole elementari. Da supervisore tecnico, Marzella chiude anche qui la stagione lodando i componenti dei vari gruppi. “Come già ribadito nelle scorse settimane vanno fatti i complimenti alle ragazze che hanno vinto il campionato provinciale Uisp e che hanno chiuso il torneo da imbattute. Brava quindi a Roberta Buonfrate che si è calata in maniera ottima nel ruolo di mister, alle giovani promesse della squadra stattese che hanno onorato il campionato sino alla fine e a coloro che hanno rappresentato l’esperienza utile a far integrare la linea verde dell’Italcave Real Statte. Un progetto che continuerà anche nella prossima stagione, così come quello della Scuola Calcio da ormai 20 anni radicata sul territorio e campione provinciale Asi della categorie giovanissimi. Anche qui desidero ribadire il mio ringraziamento ai tecnici Angelo Di Todaro e Daiana Bianco per il lavoro svolto in questa annata e i successi conseguiti. Interessante e fruttiferi i 6 mesi svolti presso l’Istituto comprensivo Giovanni XXIII di Statte e in particolare con i bambini delle scuole elementari. Una fascia d’età dove abbiamo cercato di trasmettere la cultura dello sport e del futsal in particolare. Anche qui la speranza di poter continuare nel prossimo anno scolastico e il ringraziamento a quelle ragazze che hanno lavorato in questo progetto come Brenda Moroni, Eliane Dalla Villa e Chuby Pedace. Sempre con quella passione, professionalità, rispetto verso il prossimo e umiltà che rappresentano le fondamenta della grande famiglia Italcave Real Statte”.

L’ADDETTO STAMPA DEL REAL STATTE FRANCESCO FRIULI

Questo articolo Ŕ stato letto 616 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica