United Noci, la ricetta vincente di Arianna Valluzzi

Sabato, 10 Novembre 2012

“Il bel gioco aiuta a vincere”, la numero 7 indica la strada per continuare a fare bene

Noci (Ba) – Arriva l’Azetium Rutigliano e in casa United Noci c’è voglia di dare continuità ai risultati dopo l’exploit sul campo del Città di Taranto. Da sfatare, poi, c’è anche il tabù PalaIntini dove le ragazze di mister Mastrocesare non hanno mai vinto nelle gare sin qui disputate. Le motivazioni per la gara in programma domani alle 11, dunque, non mancano per le biancoverdi che, dopo un avvio di campionato abbastanza ostico, puntano a raccogliere i primi frutti di un lavoro iniziato in estate. Tre sconfitte, di cui due in Coppa Italia, e una vittoria rappresentano, ad ogni modo, un ruolino di marcia abbastanza positivo per una formazione nuova di zecca: “L'avvio di stagione della Unitedspiega Arianna Valluzzi – è stato a mio parere positivo. Abbiamo affrontato subito, tra Coppa e campionato, due squadre molto attrezzate come la New Team, i cui obiettivi quest’anno puntano in alto, e il Castellana che ha investito molto per la promozione in A. Con l’Effe Gi, in particolare, la partita è stata alquanto equilibrata e abbiamo perso solo tre a zero (dico “solo” perchè gli ultimi due goal li abbiamo presi a quattro minuti dalla fine e con il portiere di movimento). Ritengo quindi che stiamo dando risposte importanti anche al mister che in soli due mesi ha messo su una squadra che, pur non avendo grandi “nomi”, gioca davvero un gran futsal e che dà l'impressione di avere piena consapevolezza di ciò che deve fare in campo. Non stento inoltre a credere che anche domani giocheremo una buona partita e se metteremo in campo ciò che abbiamo provato sinora, sicuramente il risultato sarà positivo”. Obiettivo più facile da perseguire quando si fa parte di un gruppo di amiche: “Siamo ragazze che giocano insieme da tanto tempo o che comunque si sono “ritrovate”. Fuori dal campo – continua la numero 7 biancoverde – siamo tutte amiche, ma lo siamo ancor di più all'interno e il tutto è gestito perfettamente dal mister. D'altronde la sua esperienza parla da sé. Voglio anche complimentarmi con Federica Pansini e Nadia D’Arienzo, che in soli due mesi hanno avuto una crescita spaventosa e sono sicura che i margini di miglioramento siano ancora alti”. Per quanto concerne gli obiettivi, invece, Arianna Valluzzi preferisce non sbilanciarsi troppo: “Giocare un buon calcio a 5 credo sia il primo pensiero del mister. Una partita la si può anche vincere di tanti gol, ma se il gioco non esiste, prima o poi la questione "viene a galla"; viceversa, se si imposta un gioco e si cerca di migliorarlo sempre di più, partita dopo partita, i risultati verranno inevitabilmente. Anche perché sono dell'idea che nessun avversario sia da sottovalutare. Io spero comunque che a dicembre la rosa venga un po’ rinforzato in quanto un paio di cambi in più ci farebbero bene, e credo che il presidente si stia già attivando in questo”. Infine un pensiero speciale: “Vorrei chiudere con un ringraziamento particolare ai miei genitori. Credo che se sono arrivata fin qui e se sono quella che sono, sia solo merito loro. Anche quest’estate mi sono stati vicini nella scelta calcistica, non soltanto da un punto di vista morale. Perciò sfrutto te, mio caro giornalista, per dire loro: grazie di cuore!!!”.

Ufficio Stampa ASD United Noci

stampa@sportinprogress.it

Questo articolo Ŕ stato letto 437 volte.
Vai alla rubrica Calcio a5 Femminile »

Altri articoli in questa rubrica